Contemporary Cluster [Collective Intelligence]: il programma di settembre e ottobre

ZERO vi racconta cosa succederà nelle prossime settimane nel nuovo polo contemporaneo dell'Esquilino

Scritto da La Redazione il 3 settembre 2021

Silvia Checchi

Foto di Silvia Checchi

Mancano pochi giorni all’apertura della nuova sede di Contemporary Cluster e da oggi sappiamo anche cosa ci riserverà la giornata di apertura, quando l’Intelligenza Collettiva (Collective Intelligence) di Roma comincerà a schiudersi e riversarsi nelle tante sale dell’edificio. A dirla tutta, sarebbe coretto parlare di due giornate di opening e di altrettanti cicli di inaugurazioni, al termine dei quali avremo scoperto tutte le aree e i modi in cui è stato ripensato Palazzo Brancaccio.

Il 23 settembre saranno tre gli appuntamenti: la serata inaugurale del Live Cinema Festival (nello SPAZIO FIELD di Andrea Azzarone), la personale della designer Sara Ricciardi che porterà in mostre oltre cinquanta sculture in ceramica (nell’area denominata L’Africano) e il focus su “Archivio Contemporaneo”, progetto editoriale a cura di Visioni Parallele (all’interno del Tube)

Il 15 ottobre vedremo invece per la prima volta gli spazi dell’Apartamento, il cui allestimento è stato curato da Giorgia Cerulli e ospiterà la nuova proposta di brand di design contemporanei di CC (Poltronova, Paradisoterrestre, Mobili nella Valle, Ceramiche Rometti, A&B Living, Medulum, Draga und Aurel, Forma&Cemento, Ocra Studio, Tip Studio, Rampinelli Edizioni, Mentemano, Nucleo Studio, Nortstudio, GI Studio, Diloer Ceramics, Testatonda, Diaphan Studio). Ancora all’intero di Apartamento Luca Casillo porterà in mostra alcuni pezzi della sua collezione di ceramiche e Numero Cromatico inaugurerà la sua Project Room.

Sempre il 15 ottobre SPAZIO FIELD muterà di nuovo pelle e accoglierà diversi eventi curati da Contemporary Cluster: due sale saranno dedicate ad Alessandro Sarra (curatela di Claudio Libero Pisano), la sala maggiore ospiterà lo studio di design di San Pietroburgo Supaform e il suo founder Maxim Scherbakov (curtela di Giacomo Guidi), mentre nelle sale più piccole troveremo la Roma underground catturata dalla macchina fotografica di Cloro. Ultime chicche (sempre il 15 ottobre): entreremo per la prima volta nella Sala degli Specchi per la presentazione del primo CD di Contemporary Cluster, Cluster Sound, e anche nel corridoio storico del Palazzo, dove Paulina Bebecka, direttrice della galleria Postmasters, ha invitato ben sette artisti a esporre nella collettiva “The World Within”: Nicola Verlato, Malù dalla Piccola, Alessandro Gianní, Donato Piccolo, Radek Szlaga, Alex McLeod e Sara Birns.

Segnate in agenda, anzi, compratene almeno un paio che l’elenco delle attività per questa prima stagione si prospetta lunghissimo.