Dalla Bolognina parte Altre Terre, il food truck multietnico gestito da donne migranti

quartiere Bolognina

Scritto da Salvatore Papa il 12 maggio 2021
Aggiornato il 13 maggio 2021

Sono Sladjana, Eman, Ezinne e Bunmi. Anni fa hanno lasciato le loro terre (Serbia, Giordania e Nigeria) e sono state accolte a Bologna da MondoDonna, una onlus che dal 1995 si occupa di contrasto alla violenza di genere, accoglienza di donne e famiglie migranti e in generale sostegno alle persone con fragilità. Da martedì 18 maggio (inaugurazione alle h 11.30) sarà possibile gustare le loro ricette presso il nuovo food truck Altre Terre, il progetto di inclusione sociale e lavorativa sviluppato dalla stessa onlus grazie al sostegno della Fondazione del Monte. Già avviato da tempo come catering, Altre Terre salirà a bordo di un camioncino che toccherà diversi punti della città a partire da Piazza dell’Unità in Bolognina. Dopo l’inaugurazione il food truck sarà poi al DumBO la maggior parte dei giorni feriali e si muoverà il weekend, in attesa di trovare una collocazione temporanea per l’estate bolognese.

Sladjana, 40 anni, vive a Bologna da quando ne aveva 20 e viene dallla Serbia:”Il mio piatto preferito della cucina serba – racconta – sono i Sarma: involtini di cavolo cappuccio e carne trita che si preparano per le feste di Natale. A tutti i clienti del nostro food truck vorrei far provare i Burek, delle sfoglie di pasta fillo tirata a mano, ripiene di carne o formaggio”.

Bunmi,43 anni, nigeriana ha già in mente le dodo, fagioli rossi serviti con le patatine o i chin chin, piccoli snack di pasta fritta tipici delle feste. Dalla Nigeria anche Ezinne, specialista del riso Jollof: “È il piatto più diffuso dell’Africa occidentale – dice – e secondo me i Nigeriani sono i migliori a prepararlo! È semplicemente riso cucinato in salsa di pomodoro, ma la tecnica fa la differenza”.

Infine Eman, dalla Giordania, 53 anni: “Una delle mie specialità – svela – sono i falafel con l’hummus: si trovano anche qui in Italia, ma non tutti sanno che da noi sono il tipico piatto della colazione. E soprattutto non hanno ancora provato i nostri”.

Nel menu – con prezzi che vanno dai 2 ai 5 euro – ci saranno poi panino balcanico con cevapciciPljeskavica (hamburger etnico con carne di manzo, pepe, aglio fresco, verdura fresca, a scelta salsa di peperoni oppure salsa allo yogurt greco), Meat pie in stile Nigeriano (scrigno di pasta briseè, farcito di verdure saltate con carne di manzo, spezie e erbe aromatiche) o Fish pieFattah mediorientale (croccanti sfoglie di pane arabo, cubetti di melanzane fritte, verdure fresche condite, salsa a base di humus di ceci, mandorle saltate in padella), Baklava.

Tutte le info sul sito altreterrefood.it.