Gli eventi e il programma collaborativo di DumBO nell’ex scalo ferroviario Ravone

Scritto da La Redazione il 28 giugno 2020
Aggiornato il 1 luglio 2020

Le conseguenze della pandemia sul mondo della cultura le conosciamo ormai benissimo. I protocolli hanno certamente proposto uno scenario meno tragico di quello che si poteva immaginare durante il lockdown, ma la questione del distanziamento (e delle capienze) per molti non è né sarà – soprattutto in inverno – così facile da affrontare. Per questo si è parlato molto di collaborazione e connessione, soprattutto per quei soggetti rimasti orfani di spazi.

Se c’è un luogo in città che non ha problemi di metri quadri è certamente DumBO, l’area dell’ex scalo ferroviario Ravone che lo scorso hanno è stata affidata per un progetto di rigenerazione temporanea ad Eventeria e Open Group.

“Nel corso del primo anno – racconta Andrea Giotti di Eventeria – abbiamo investito molto per rendere fruibili gli spazi. Ma uno dei nostri obiettivi è sempre stato quello di creare un centro che favorisse la collaborazione e l’aggregazione di associazioni, imprese culturali e operatori. In parte l’abbiamo già fatto nella palazzina che si affaccia su via Casarini, che oggi ospita tante realtà come BackBo, che si occupa di sostenibilità ambientare, l’ufficio di produzione di Apparati Effimeri, l’agenzia di comunicazione di Open, roBOt, Faribnb, i nostri uffici ovviamente e molti altri. La pandemia, se da un lato ci ha creato enormi problemi, dall’altro ha evidenziato ancor di più la necessità di fare rete e la programmazione estiva rappresenta credo benissimo questa nostra volontà”.

Tutto – o quasi – si svolgerà nella cosiddetta Baia, la piazza coperta affiancata da una vecchia locomotiva che si trova dietro i primi due grandi capannoni. Tra i soggetti coinvolti: l’etichetta indipendente Maple Death Records, l’Orchestra Senzaspine, Mercato SonatoPrivate Eye, Shape (roBOt Festival) e Bologna Jazz Festival. Ad ognuno è stata affidata la programmazione di un giorno specifico della settimana.

Si parte venerdì 3 luglio con Joint, il festival bolognese dedicato alla street culture, organizzato in collaborazione con Eden Park Zone (fino al 5 luglio) e poi si prosegue fino al 27 settembre tra concerti e dj set e con la proposta gastronomica di Tavola Della Signoria e il bar di Signature.
 

Questo il programma giornaliero in fase di aggiornamento:

MERCOLEDI’
8/7 > Maple Death Records – FERA live
15/7 > Orchestra Senzaspine – Mahlerinetti – concerto/spettacolo “FUNamboli”
22/7 > Maple Death Records – Holiday INN live
29/7 > Orchestra Senzaspine – Novensemble Orchestra
5/8 > Maple Death Records – TBA

GIOVEDI’
9 + 23/7 > Urban Vibes (Private Eye) – TBA

VENERDI’
10/7 > roBOt Festival – Don Karate Live + Cristian Vinilificio Adamo dj
17/7 > roBOt Festival – KORALLE live + RBT Soundsystem dj set
24/7 > #DumboElettrico (Associazione Culturale Shape) – MANOVRE SEGRETE (Undicesimacasa crew)
31/7 > #DumboElettrico – Laura Agnusdei live + Quarto Mondo dj set
7/8 > #DumboElettrico – TBA

SABATO
by Mercato Sonato
11/7 > Fake Jam live
18/7 > La BaLotta Continua live
25/7 > Zaraf live
1/8 > Los Pollos Hermanos live

DOMENICA
by Bologna Jazz Festival
12/7 > SLOW GOLD
19/7 > Guglielmo Pagnozzi & Voodoo Sound Club
26/7 > Duck Juice
2/8 > CG&S