Ci vediamo sottopalco: i concerti da non perdere a gennaio

Come, dove, quando e cosa ascoltare questo mese a Milano

Scritto da La Redazione il 2 gennaio 2020
Aggiornato il 14 gennaio 2020

Non esattamente una “ripartenza di slancio”, quella che da tradizione ci aspetta a gennaio post festività natalizie. Più una leggera conservazione dell’allenamento, una ripresa cauta per scongiurare il letargo completo. Per la musica live il primo mese dell’anno è come prevedibile quello con i ritmi meno serrati, ma come sempre è possibile mantenere attiva la propria agenda e il metabolismo delle proprie orecchie andando a curiosare nell’underground (e per certi versi non solo). Tre appuntamenti assai diversi tra loro da cerchiare sicuramente in calendario verso la fine del mese: l’atteso passaggio città del rituale avant metal dei Sunn O))), il ritorno dei Massimo Volume in Santeria Toscana e i quindici anni di To Lose La Track con il festone della scuderia al Bloom.

Nomi italici di peso al Cox con il supergruppo Pleiadees, tra elettronica e avanguardia rock, e i groove cosmici degli Al Doum & the Faryds; quota (t)rap assicurata con la doppia data di Rkomi, ma pure ancora altro rock alternativo italiano, tra psichedelia e sperimentazione, con Julie’s Haircut, Johnny Mox, Succi e Vasi Comuni Canti. E poi l’inizio della stagione di contemporanea di Rondò, l’appuntamento mensile con gli universi interiori di Inner_Spaces (stavolta con Murcof), l’indie punk freschissimo da Brighton dei Gender Roles, il ritorno sul palco con un nuovo album di Flavio Giurato, il cantautorato folk di The Rodeo a Gattò. Le certezze e l’allenamento sono importanti: di seguito la lista completa dei concerti per tenere in forma le vostre orecchie, anche a gennaio.