Il ritorno di Decadence per celebrare la cultura BDSM

quartiere Porto

Scritto da La Redazione il 3 novembre 2021

Dopo quasi due anni di stop e un prologo in estate, Decadence torna nella sua forma originaria venerdì 5 novembre con un grande evento al DumBO che celebra la cultura BDSM e la libertà di espressione.

“Un’attesa necessaria – afferma il suo fondatore Carlo Valentine – sia per una scelta di rispetto nella contingenza sia per tutelare l’essenza di un progetto che trova la sua ragion d’essere nella libertà dell’arte“.

Non sarà una classica festa, quindi, ma un rito di comunità; una comunità di persone differenti per generi sessuali, per gusti, passioni (feticisti, sadomasochisti, dark, gothici) che in Decadence ha sempre trovato una casa, la casa delle “diversità” .

Ospite speciale della notte nel grande Binario Centrale di DumBO – per la prima volta location di Decadence – sarà l’istrionico Ivan Cattaneo per i 40 anni del suo grande successo Polisex, singolo tratto dall’album Urlo che uscì nell’autunno 1980, diventando in breve tempo un pezzo cult ed iconico degli anni ’80, un inno alla libertà sessuale, allo stile alternativo e di costume di quel periodo. Sul palco prima di lui i Caron Dimonio, con la loro electro postpunk e i testi (ermetici, non narrativi) che affrontano tematiche suggestive e decadenti, su strutture minimali.

Spazio anche per le letture con il reading di Barbara Baraldi che presenta il suo ultimo thriller La stagione dei ragni, un tuffo nel lato oscuro degli anni Ottanta, sulle note dark new wave, l’autrice ci trasporta nella città italiana più misteriosa ed esoterica, in una corsa a perdifiato tra le paure e le ossessioni di un’epoca.

E poi i dj set, le performance di body art, body modification e fetish, bondage e le installazioni video.

Info e programma qui.