La Fondazione Golinelli si espande: ecco G-Factor

L'edificio si aggiunge all' Opificio e al Centro Arti e Scienze.

Scritto da La Redazione il 18 gennaio 2019
Aggiornato il 25 febbraio 2019

Lunedì 25 febbraio Fondazione Golinelli inaugura a Bologna G-Factor, il nuovo incubatore-acceleratore rivolto a realtà imprenditoriali emergenti.
Il progetto architettonico – che ha rigenerato ulteriori 5.000mq complessivi dell’area industriale bolognese su cui sorge Opificio Golinelli – è a firma di diverserighestudio di Simone Gheduzzi, Nicola Rimondi e Gabriele Sorichetti.
Allo stesso studio erano state affidate la progettazione e la realizzazione, nel 2015, di Opificio Golinelli.

G-Factor ha come scopo la formazione della cultura d’impresa in tutti i settori anche attraverso la progettazione e l’erogazione di servizi volti a creare una nuova imprenditorialità ad alto contenuto innovativo, scientifico e tecnologico.
Lo spazio interno è composto da una grande “serra connettiva” – infrastruttura della mobilità e pensata per essere percorsa anche da robot – dalla quale si giunge a quattro cluster di lavoro adattabili, di pari dimensioni, due al livello terra e due al primo livello (circa 472mq e 600mq), configurati in modo da poter essere suddivisi in singoli slot di produzione tramite un sistema di partizioni mobili in arredo. Grande attenzione è stata riservata al tema della luce diffusa e allo studio sui colori.