Le prime anticipazioni di Santarcangelo Festival 2018

Tra paura e natura, criptovalute, acconciature e manicure, musica e rituali collettivi

Scritto da La Redazione il 23 aprile 2018
Aggiornato il 24 aprile 2018

Segnate prima di tutto le date: da venerdì 6 a domenica 15 luglio 2018. Si scaldano già i motori della 48° edizione di Santarcangelo Festival che sarà per il secondo anno consecutivo diretta da Eva Neklyaeva e Lisa Gilardino in un programma votato alla ricerca del contemporaneo tra teatro, performance, danza, musica, da mattina all’alba. Cuore in gola è il claim dell’edizione 2018, una “manifestazione corporea dell’intensità emotiva a cui si è esposti”, un invito a “misurarsi con l’impatto che le emozioni provocano” tra paura e natura, i due elementi al centro della riflessione di quest’edizione.

Tra gli artisti in cartellone ritroviamo alcuni grandi affezionati ed altri sconosciuti: Francesca Grilli, Motus, Markus Öhrn, Mara Oscar Cassiani, Oskar Nilsson, Alessandro Sciarroni, Anna Rispoli, Lotte Lindner&Till Steinbrennerh (Belgio), Asia Giannelli, Buhlebezwe Siwani & Chuma Sopotela (Sudafrica), Chiara Bersani, Cristina Kristal Rizzo, Deflorian/Tagliarini, Dewey Dell, Ingri Fiksdal (Norvegia), Ligia Lewis (Repubblica Domenicana/Germania), Mallika Taneja (India), Michelle Moura (Brasile/Germania), Muna Mussie, Nana Biluš Abaffy (Australia), Nicola Gunn (Australia), Panagiota Kallimani (Grecia/Francia), Sissi, Tamara Cubas (Uruguay), Tania El Khoury (Libano/UK).

Si inaugura con Multitud di Tamara Cubas, una performance che coinvolge 70 volontari. La domanda di partecipazione è aperta a tutte e tutti, senza limiti di età, e implica la presenza a un workshop condotto dall’artista a Santarcangelo dal 28 giugno al 5 luglio e alle repliche (per info scrivere a callsantarcangelo@gmail.com).

Tamara Cubas  - Multitud
Tamara Cubas – Multitud

Spazio quest’anno anche al benessere. Dopo il workshop per sirenetti dello scorso anno e il Club Ecosex, la liberazione dello spirito passa quest’anno dalla cura del proprio corpo: grazie a una criptomoneta, Santa Coin, sarà infatti possibile acquistare un’acconciatura o un massaggio, una manicure o una seduta di riflessologia plantare, rituali “segreti” che rientrano nel progetto Crypto Rituals curato da MACAO.

Infine, importantissimi, i party e la musica nel fantastico tendone da circo del Dopofestival con Deep Soulful Sweats dall’Australia, Bleedingblackwood – Germania, FAKA – Sudafrica, DANI – Belgio, GEGEN – Germania, Sequoyah Tiger, Lilith Primavera, Trepaneringsritualen – Svezia, Tropicantesimo, Lady Maru & Valerie Renay – Germania/Italia, Matteo Valicelli, The Expandig Universe, The Good Chance Radio.

SF 2018 front