Art week – musica, performance e dintorni

Il design è stato bello ma l'arte di più

Scritto da Annika Pettini il 13 settembre 2021

Thumb, Neil Beloufa

Per chi pensava che lasciarsi andare fosse definitivamente passato di moda, ha decisamente sottovalutato la capacità dell’arte di affondare mani, piedi e cuore nei bisogni primari dell’essere umano. Per l’art week infatti si paventa un calendario di serate (senza mai fare troppo tardi) che impastano musica, intelletto, corpo e performance.
Noi stiamo spolverando trucco, parrucco, paiette e voglia di flirtare con la vita, perché abbiamo già marchiato tutti gli eventi in cui è impensabile mancare, soprattutto perchè la settimana la apriamo proprio noi in Triennale con il Club Zero dedicato a Porta Venezia.
A seguire si annunciano una serie di eventi che non si dilungano in promesse adrenaliniche ma su vie più sperimentali. Torna C2CMLN shared by Gucci, con protagonisti assoluti FORSE ORA (nuova band composta da Caterina Barbieri, Lorenzo Senni e Jim C. Need), ma poi arriva anche Andrea Lissoni e, detto questo, non c’è molto altro da aggiungere. L’intero programma non avrà condivisione in streaming, ma si svolgerà unicamente in presenza, con tre location protagoniste: Cinema Beltrade, District 272 (ex Striptease) e Casa degli Artisti.
Ma la fame di incontri è insaziabile e davvero ce n’è per tutti i gusti. Come il Books and Cocktails a cura di Kunstverein e le performance di poesia di Tempi diVersi a Casa degli Artisti, il concerto di Roberto Pugliese e Alberto Pizzo in Fondazione Pomodoro o le proiezioni cinematografiche in Hangar Bicocca a cura di Neil Beloufa.
E per i romanticoni da passeggiate al chiar di luna, si raccomanda la Art Night del 18 con le gallerie milanesi aperte fino a tardi.

Il finire della settimana si porta dietro l’inizio dell’undicesima edizione di Video Sound Art che si insedia nel Museo Civico di Storia Naturale e nel Planetario, nei Giardini Indro Montanelli di Porta Venezia, dal 18 al 25 settembre. La programmazione si prospetta ricercata tra performance d’arte – con visite guidate performative a cura di Cecilia Mentasti – e musicali, tra cui quella condivisa da Francesco Cavaliere e Tomoko Sauvage. La programmazione va avanti fino al 25 settembre ma il 18 e il 19 porteranno la performance musicale di Luca M. Baldini in collaborazione con Le Cannibale.

Il design è stato bello, ma l’arte di più.