zero adv per Gorillas

Roma sei pronta per Gorillas?

La rivoluzione della spesa che arriva a casa in 10 minuti

Scritto da Martina Di Iorio il 15 luglio 2021
Aggiornato il 16 luglio 2021

 
Se pensiamo alle cose che si possono fare in 10 minuti, detto tra noi, dobbiamo sforzarci parecchio per venirne a capo. Un lasso di tempo così breve e allo stesso tempo così importante, che nel mezzo ci trovi fatiche epiche e ritardi colossali di tutti noi. In 10 minuti al massimo si raggiunge il frigo dal divano dopo una serata con gli amici, per trovarlo sorprendentemente vuoto. E poi c’è Gorillas, che invece in 10 minuti ti arriva dritto in casa e ti porta la tua spesa. Una nuova startup internazionale nata a Berlino e rapidamente diffusa in altre città europee come città, tra cui Amsterdam, Londra, Parigi e Monaco, che ha come obiettivo quello di sensibilizzare al consumo consapevole e attento allo spreco. Questa app specializzata in servizio di spesa on-demand sbarca oggi a Roma nelle zone di Monteverde, Gregorio VII e Piazza Bologna. Con piani di espansione entro la fine dell’estate in nuovi quartieri e nuove città italiane, tra cui Torino e Genova. Sono giovani, appassionati, condividono l’amore per la bicicletta, inclusivi e multietnici, perché in Gorillas non c’è spazio per nessuna discriminazione.

COME FUNZIONA: NEED-GET-ORDER

Gorillas è sostanzialmente un’app di delivery che consegna la spesa in 10 minuti dall’ordine. Ideata per cambiare in meglio le abitudini di consumo di tutti, Gorillas punta su due obiettivi: sprecare meno cibo e avere sempre a disposizione prodotti freschi e buoni. In poche parole sensibilizzare a un consumo più consapevole, proprio perché la spesa su richiesta (il principio del Need-Get-Order) porta ad acquistare solo i prodotti di cui si ha bisogno, senza la necessità di accumulare. E questo è possibile anche perché – grazie alla squadra di bikers sul territorio – la spesa arriva in pochissimi minuti. Basta iscriversi, geolocalizzarsi e accedere al supermarket virtuale di Gorillas.

Ideata per cambiare in meglio le abitudini di consumo di tutti, Gorillas punta su due obiettivi: sprecare meno cibo e avere sempre a disposizione prodotti freschi e buoni.

L’attenzione alla sostenibilità si mostra anche attraverso la scelta dei prodotti. Infatti Gorillas ha attivato una rete di micro centri di distribuzione di quartiere, prendendo frutta e verdura da produttori locali, investendo nel territorio e nella filiera corta, perché in questo modo si assicura qualità e freschezza di cibo e bevande. Gli utenti possono scegliere tra più di mille prodotti (dai prodotti gastronomici al beauty, dagli alcolici ai prodotti vegan) agli stessi prezzi del supermercato con costi di consegna contenuti (1,80 €).

Per avvicinarsi ancora di più ai gusti dei consumatori, a Roma Gorillas ha già attivato delle partnership locali con alcuni produttori, che ovviamente amiamo: pane, cornetti e pizzette dello storico Panificio Amadei, i prodotti Gentilini, vero caposaldo della colazione di ogni romano che si rispetti, e le ottime birre dell’urban brewery Jungle Juice. A consegnare la spesa – ma anche l’aperitivo al parco, la bottiglia di vino in extremis – ovunque l’utente desideri all’interno del quartiere coperto dal servizio, ci pensano i biker di Gorillas a bordo delle loro bici elettriche.

NON CHIAMATELI RIDERS

È ora di cambiare un po’ le cose, e da Berlino il mantra è proprio questo. Infatti tra le missioni di questa giovane start-up c’è proprio l’idea di rivoluzionare il mondo – bistrattato – dei ragazzi che fanno consegne. Tutto si regge, fin da principio, sullo spirito di squadra, sulle loro gambe e soprattutto sulla passione che accomuna i bikers di Gorillas al mondo del ciclismo. Una vera biker company con ragazze e ragazzi che non smettono di credere nei propri obiettivi, passioni, sogni, una squadra coesa e multietnica che gode di pieni diritti e rispetto. Come Ignacio, un giovane biker che abbiamo intervistato e che ci ha spiegato perché ha scelto Gorillas, come funziona il suo lavoro e che sogni continua a coltivare parallelamente. Per andare oltre la visione comune del semplice fattorino, ma vedere una community vera e propria che svolge un lavoro dinamico e intraprendente, a contatto con il pubblico e la città.

LA SOSTENIBILITÀ E I QUARTIERI

Un delivery di prossimità che vive in città e abbraccia la vita dei suoi quartieri, del loro spirito di aggregazione e dei suoi abitanti. Infatti, come già detto, Gorillas è strutturato con dei magazzini strategicamente localizzati in città, nello specifico in alcune zone, che andranno ad ampliarsi prossimamente: l’area che da Monteverde arriva a Testaccio e attraversa il Tevere all’altezza di Porta Portese, i dintorni di Piazza Bologna (direzione corso Trieste), e quelli di Via Gregorio VII (immediatamente alle spalle del Vaticano, arrivando a toccare anche zona Cipro). Un modo per localizzare e fidelizzare l’utente e soprattutto in ottica di sostenibilità, perché aiuta a liberare il territorio da gigantesche strutture edificate per costruire supermercati e parcheggi. Inoltre, la flotta di bikers abbatte sensibilmente le emissioni che produrremo andando tutti in macchina a fare la spesa.

Gorillas è strutturato con dei magazzini strategicamente localizzati in città, nello specifico in alcune zone, che andranno ad ampliarsi prossimamente: l’area che da Monteverde arriva a Testaccio, i dintorni di Piazza Bologna e quelli di Via Gregorio VII.

Zero vi presenterà Gorillas anche sui social, insieme a diversi influencers dei quartieri che attraverso dei contenuti racconteranno come usano l’app che ti svolta la spesa in 10 minuti.
Non ci resta che provare: iscrivendoci a questo link e iniziare questa nuova esperienza di spesa a domicilio, inclusiva, creativa e sostenibile.