Per un mese Roma è Nuda

Non è un’esposizione, non è un concerto, non è uno spettacolo: è un’espressione, una chiave magica. Dal 18 dicembre al 18 gennaio nel nuovissimo SPAZIOMENSA.

Scritto da La Redazione il 18 dicembre 2020

Una bella convergenza tra arte contemporanea, musica ed editoria, frutto di quei movimenti sottotraccia che rendono ancora Roma una città vitale e affacciata sull’avanguardia. “Roma Nuda” è un progetto uno e trino: è un libro dove si raccolgono sessanta conversazioni sull’arte curate da Giuseppe Armogida (progetto grafico di Giandomenico Carpentieri); è una raccolta di suoni racchiusa in un dvd curata da Marco Folco; è “un’espressione, una chiave magica” che raccoglierà per un mese film, video, suoni, oggetti di Michel Auder, Heroin in Tahiti, Khalab, Panoram, Giacinto Scelsi, Union Editions nel nuovo SPAZIOMENSA ospitato all’interno di CityLab 971 (l’ex cartiera lungo la Salaria).

Roma sarà Nuda per un mese, dal 18 dicembre 2020 al 21 gennaio 2021 e si potrà visitare l’allestimento su prenotazione telefonando al 3807462786 o andando sul sito elementsroma.com

Maggiori info su libro e cd invece le trovate sul sito di Miniera, un altro progetto ancora che vede sempre coinvolti Marco e Giuseppe e che si propone di “indagare il rapporto tra musica, arte visiva e senso dei luoghi, attraverso l’organizzazione di eventi in spazi sempre diversi e la produzione di libri e dischi”.