Street Food and Sound Festival

A Caorle una settimana di camioncini gourmet, glamping e populismo in formato dj

Scritto da Redazione Venezia il 11 agosto 2019
Aggiornato il 9 agosto 2019

Da qualche anno il Nordest ha registrato una notevole crisi sul fronte degli eventi musicali dal vivo:  in pochi hanno il coraggio di avventurarsi nella pancia del leone. Lo fanno, senza paura, quasi esclusivamente le super star consolidate, andando così a rinnovare quel patto “diabolico” tra promoter e booking  per cui  se funziona si fa,  se invece “ni”, “troppo sperimentale”, “troppo audace”, “troppo nuovo”, “troppo sconosciuto” allora meglio stare distanti, non rischiare. E mentre abbiamo visto passare i tour dei migliori artisti di casa nostra e delle proposte internazionali più fresche, come treni ad alta velocità che saltano a piè pari le stazioni più periferiche, parallelamente abbiamo visto sbocciare nuovi format di intrattenimento. Chi organizzava concerti ha iniziato ad organizzare “simil-sagre”, raduni di  food truck, spignattamenti vari. È avvenuto in contemporanea con l’offensiva mediatica di Gordon Ramsay, Chef Rubio, Andrew Zimmern e compagnia sfornellante. Sia ben chiaro: la nostra pancia ringrazia, la nostra forma fisica e le nostre orecchie un po’ meno.

Anno domini 2019, spiaggia di Caorle. Arriviamo a oggi con quella che ci appare come l’estrema conseguenza, il big bang definitivo, di questa tendenza di mercato: lo Street Food and Sound Festival. Da martedì 13 agosto fino a domenica 18: un’area di 45 mila andrà ad ospitare un’ottantina di super chef viaggianti, accompagnandoli con nomi grossi/grossissimi della dance music. È destinato a funzionare, anzi, di più. Questa terza edizione probabilmente si rivelerà come uno degli eventi dell’estate. Leggere il cartellone farà la felicità di molti vacanzieri: sono previste oltre 100mila presenze. Deejay Time, Salvatore Ganacci, Steve Aoki, Dark Polo Gang, Mamacita, Gigi d’Agostino: un tormentone dopo l’altro. E mentre vi preparate a ballare avrete l’imbarazzo della scelta: tra i food truck in batteria svettano la Picanhas Cube (vincitore della Street Food Battle di Italia Uno 2018), Ciccio Smoke & BBQ (finalista nella stessa competizione e segnalato dal Gambero Rosso), Pizza&Mortazza (famoso in tutto il mondo e presente anche al Jova Beach Tour) e le divinità dei panini: il truck dei Rock Burger.

L’offerta di questa “sei giorni” è ben assortita: ci sarà anche un luna park, l’area dedicata agli skateboard e l’area glamping. «Il nostro obiettivo è far amare la nostra città in riva al mare e far divertire tutti, dai giovani alle famiglie, in un contesto quasi fiabesco» spiega l’organizzatore, Simone Tomasello. Tutto molto bello, però noi avanziamo una richiesta: dacci di più, che il bollito si mangia a natale.

PROGRAMMA COMPLETO

⭐️13 AGOSTO⭐️
20:00 – 21:15 = Donadello + Daniele Danieli
21:15 – 22:15 = Milla
22:15 – 00:30 = DeejayTime
00:30 – closing = Teo Mandrelli

⭐️14 AGOSTO⭐️
Apertura – 21.00 = Filippo Vian
21:00 – 23:00 = HASHTAG (nomi deejay?!)
23:00 – 00:30 = Salvatore Ganacci
00:30 – 1:30 = Edmmaro
1:30 – closing = Francesco Burato + Angelo Del Conte + Ivan Costa

⭐️15 AGOSTO⭐️
Apertura – 21:00 = Supernova
21:00 – 22:30 = Steve Aoki
22:30 – 00:00 = Merk&Kremont
00:00 – 1:00 = Giacomo Moras
1:00 – Closing = A.l.t.o

⭐️16 AGOSTO⭐️
Apertura – 21:00 Flavio Vian
21:00 – 22:15 = OneTwoOneTwo
22:15 – 22:45 = Beba
22:45 – 23:15 = Mambolosco
23:15 – 00:00 = Dark Polo Gang
00:00 – 1:00 = OneTwoOneTwo
1:00 – closing = Sauce-Pot

⭐️17 AGOSTO⭐️
21:00 – chiusura = Mamacita
DJS Max Brigante – Andrea Pellizzari
ON THE MIC Tormento – Didy
PERFORMERS J’ons

⭐️18 AGOSTO⭐️
Opening Act by BOTTEGHI
GIGI D’Agostino
Closing party by Botteghi & Thorn