TimeShift mix: 5 dischi raccontati da VSK

Scritto da La Redazione il 9 marzo 2017

A far gli onori di casa TimeShift sabato 11 marzo a Zona Roveri, per la prima volta in versione live, c’è Francesco Visconti aka VSK, producer romano e berlinese d’adozione che torna a Bologna dopo aver trascorso gli ultimi mesi portando i suoi dischi in giro per tutte le migliori venue d’Europa, a un anno esatto di distanza dalla notte memorabile in cui affiancò ai controlli il gigantesco Dax J.

Ne abbiamo approfittato per chiedergli quali sono i dischi che gli stanno girando in testa ultimamente. Ecco cosa ci ha raccontato.

_________________________

Overlook – Smoke Signals

Il primo disco che voglio menzionare è l’album di Overlook su UVB76. Non è una release Techno ma DnB. Ultimamente ho riscoperto una grande passione per questo genere ed in particolare per la corrente legata alla Samurai Music e UVB-76 appunto.
Trovo questo album un vero capolavoro, tutti i particolari sono curatissimi, ambienti, effetti e ovviamente le ritmiche, e trovo questo suono veramente innovativo. Un album molto vario; i brani sono dotati di una forte identità propria e allo stesso tempo è presente una gran connessione fra loro. Consiglio fortemente l’ascolto anche a chi non segue molto il genere.

_________________________

VA – 47008

Release su cui ho avuto il grande piacere di uscire. L’ultimo Varius della label di Tommy Four Seven è una perfetta selezione di brani che rispecchiamo il mio stile attuale. Ancient Methods, Oake e Tommy (evito di parlare della mia track), hanno rilasciato brani che sono un perfetto connubio fra sperimentazione, Techno e sound Design con forti influenze EBM ed industrial. Tutte quante di altissima qualità.

_________________________

Genesa 008V

Altra Release in cui ho avuto piacere di essere coinvolto è il doppio vinile della Genesa Rec del mio partner Scalameriya. 8 Track per 8 artisti, divisa in due uscite. Anche qui c’è molta musica che sto suonando ultimamente.
Tutte le track hanno forti influenze industrial e un’impronta sound design classica della label. Quelle di Perc, lo stesso Scalameriya, Kastil, Blush Response, Furfriend e Oleka sono più orientate verso la techno con le varie influenze timbriche personali dei producer, e molte con interassanti groove con Kc break; fino ad arrivare ad Yaporigami che rilascia una vera perla sperimentale industrial.

_________________________

Ontheground – Touching Higher Ground Ep

Non è proprio recentissima questa release, ma vale la pena menzionarla. ONTHEGROUND è una collaborazione fra Diagenetic Origin & Myztical con il risultato di 4 splendide tracce. Mi è capitato di suonarle anche tutte e 4 nello stesso set. Brani con molto groove e ricerca nei suoni. Le prime con sonorità più deep ma con Kc e basso decisi e molto percussivi. L’ ultima track, che poi è una diversa interpretazione di una precedente, decisamente più dura, con un synth acid e kc distorto. Un vinile che farà per molto parte dei miei set.

_________________________

Sigha – Metabolism

Questo album di Sigha mi ha colpito molto più per la parte sperimentale che per quella techno, e sembra che anche l’artsta ci abbia dedicato più spazio. Entrambe le versioni di Porcellain sono veramente interessanti. In generale, non siamo di fronte ai classici tool drone che riempiono molti Ep o album (ma che personalmente trovo spesso un po’ privi di personalità), ma a veri e propri brani di musica elettronica, con suoni curatissimi e bellissime atmosfere.