Barbarella

La notte vista da Barbarella del Rocket e raccontata attraverso un identikit per il numero speciale Grande! Zero - La notte di Milano.

Scritto da Emanuele Zagor Treppiedi il 18 ottobre 2017

Fondatrice del Glitter e di Cabrio Pop, è attualmente dj resident in Go!Go! Room il venerdì sera al Rocket, dove è anche Chiara e gestisce e cura la direzione artistica del locale insieme a Massi.

A che ora inizia il giorno e a che ora finisce la notte? Qual è la magia che distingue la notte dal giorno?
“Forse è già mattina e non lo so” cantava Diana Est in Tenax. Notte e giorno si mescolano spesso facendo questo lavoro, a volte mi stupisco di trovare l’alba quando esco da un locale. É una cosa spiazzante ma molto intensa.

La notte di Milano.
Miao.

La tua prima notte folle.
Impossibile da ricordare!

Come ti prepari per iniziare la tua serata? Balli ancora davanti allo specchio?
Ahahahahaha e certo! Fa parte della preparazione all’uscita e mentre guardo l’armadio per decidere cosa mettere ho sempre un album che gira, settimana scorsa era Harry Styles, questa Pixies.

La vita è un party o i party aiutano a vivere?
La vita è un parto. Ma i party aiutano a viverla meglio.

Qual è l’evento dei tuoi sogni che vorresti organizzare?
Mi piacerebbe un bel concerto, magari dei Pulp e poi una notte in console con Jarvis a far suonare le cose ci piacciono. Dove? Naturalmente a casa mia, al Rocket.

Cos’hai scoperto di notte e cosa sogni di scoprire ancora nella notte?
La notte non si scopre, si vive. Ci ho trovato amici, amori, nemici. La notte non ha futuro quindi mi aspetto, come sempre, di tutto.

Qual è la cosa più bella di lavorare di notte?
Il fatto che la gente che incontri, nella maggior parte dei casi, vuole divertirsi, dimenticare o cercare qualcosa. Mi piace questa apparente leggerezza che pervade tutti.

Una persona della notte che è diventata importante anche di giorno?
Non è un segreto, la mia croce e delizia : Massi Rocket.

Ti sei mai innamorato di notte?
Ogni notte. Di persone, parole, situazioni, canzoni.

Instagram o facebook? Stories o status?
Instagram, fotine e citazioni rock and roll.

La discoteca e il party più belli di sempre?
Sarò di parte ma il Rocket di quest’anno ha raggiunto livelli di bellezza altissimi. Come festa ero e sono molto legata ad una serata del passato: l’Indierocketparty, organizzato da Davide, Enrico e Francesco. Band stupende e grande atmosfera. Sto ritrovando quelle sensazioni forti anche nella nuova serata del venerdì del Rocket: Linoleum.

Il luogo nel mondo con la “mejo” nightlife?
Milano e Parigi. La prima perché l’ho vissuta e la vivo tutt’ora sia da cliente sia da addetta ai lavori. La seconda per la sfumatura romantica che la colora. Comunque ogni posto può essere perfetto con un paio di chupiti e del buon rockettino.