Taste of Christmas: Aurora Mazzucchelli

Intervista ad Aurora Mazzucchelli, chef del Ristorante Marconi, in occasione di Taste of Christmas.

Scritto da Martina Di Iorio il 26 novembre 2015
Aggiornato il 23 gennaio 2017

Capelli rosso fuoco come la passione che fin da bambina l’avvicina alla cucina, un’affare di famiglia. Bolognese doc, la troviamo dietro i fornelli del Ristorante Marconi insieme al fratello Massimo con entusiasmo e dedizione. A Taste of Christmas il suo estro culinario la porta in Perù, con un piatto che parla emiliano ma d’ispirazione andina. Lo strumento senza il quale non riuscirebbe mai a lavorare non è un coltello e neanche un’impastatrice: leggete qui di cosa si tratta.

ZERO: Come ti chiami, dove e quando sei nata?
Aurora Mazzucchelli: Sono Aurora Mazzucchelli, nata a Bologna il 29 Dicembre 1973.

Hai un ricordo d’infanzia legato al pranzo di Natale?
Per il Natale ci si riscaldava già dalla Vigilia con i piatti della tradizione siciliana, partite a carte e noi cugini in camera a giocare. Il giorno di Natale invece era dedicato alla nostra tradizione, sempre in famiglia, ma con cotechini e tortellini in brodo.

Quando hai iniziato a cucinare? Spiegaci come e perché ti sei avvicinata alla cucina.
Essendo figlia di ristoratori, per me il ristorante e soprattutto la cucina sono sempre stati una seconda casa. Il percorso nasce quindi in maniera molto naturale.

aurora-mazzucchelli-3

Puoi presentarci il ristorante dove lavori?
Il Ristorante Marconi è la storia di una famiglia nella ristorazione, ora portata avanti da me e da mio fratello Massimo lavorando ogni giorno con entusiasmo e dedizione. Abbiamo un unico obiettivo: soddisfare coloro che vogliono provare un’esperienza nuova, assaggiare un territorio e i suoi giacimenti.

aurora-mazzucchelli-4

Hai già partecipato a Taste of Christmas? Se sì, cosa ti piace? Se no, cosa ti ha spinto a partecipare?
Sono stata spinta dall’idea di poter avere la possibilità, lavorando a stretto contatto con colleghi che stimo moltissimo, di fare uscire la professionalità del nostro territorio, dando ai cittadini bolognesi un assaggio di spirito natalizio.

Puoi consigliarci uno dei piatti che proporrai a Taste of Christmas?
Consiglio di provare il piatto che ho elaborato per la categoria “World of Taste” ovvero “Il cotechino va in Perù”. È un piatto che guarda al Perù rivisitando un grande classico ed eccellenza italiana, il cotechino.

Dove compri gli ingredienti di quel piatto? Puoi darci qualche nome di produttore di cui non puoi fare a meno?
Per quanto riguarda le verdure utilizzo prodotti stagionali del nostro orto. In mancanza di alcuni prodotti o quantità, mi rivolgo a fruttivendoli della zona. Il cotechino invece lo prenderò da Zivieri, nostro fornitore abituale.

aurora-mazzucchelli-orto

Che vino/birra/cocktail consiglieresti di accompagnamento al piatto che ci hai consigliato?
Per accompagnare questo piatto mi sono consultata con mio fratello Massimo che mi ha consigliato il “Tre Dame” Cà de Noci.

Cosa ti incuriosisce e mangeresti, oltre alle tue proposte, a Taste of Christmas?
Vorrei avere il tempo di assaggiare tutte le proposte dei miei colleghi chef, per i quali nutro infinita stima.

C’è un piatto che non toglieresti mai dal tuo menu?
Sì, i maccheroni con anguilla affumicata, ostrica e spinaci.

Un oggetto senza il quale non riusciresti a lavorare?
Non riuscirei mai a lavorare senza il mio elastico per i capelli, ho bisogno di tenerli sempre legati durante il servizio.

Cosa si mangiava e cosa si mangia a Natale a casa tua?
Sulle nostre tavole natalizie non sono mai mancati i tortellini in brodo.

Qual è il piatto che in assoluto preferisci cucinare a Natale?
Potrà sembrare ripetitivo ma i tortellini in brodo sono anche il piatto che preferisco cucinare a Natale. Oltre al gusto, ne adoro anche l’aspetto conviviale della preparazione che viene fatta rigorosamente in gruppo e in famiglia.

Quello che invece preferisci mangiare?
Spostandoci invece verso un piatto del quotidiano, quindi non delle festività, non posso fare a meno della pizza.

Un ristorante e un bar di Bologna che ti piace frequentare e/o vorresti provare?
Mi piace molto frequentare l’Osteria Bottega a Bologna come locale tradizionale e l’Osteria del Mirasole a San Giovanni in Persiceto dove la qualità delle materie prime è davvero molto alta. Come bar invece mi piace frequentare il Bar Aroma a Bologna per l’elevata qualità e scelta tra varie tipologie di caffè.

Ad could not be loaded.

Leggi anche

Ad could not be loaded.