dom 02.06

Zibello: festa del culatello di Zibello

Dove

Zibello (Provincia di Parma) • Emilia-Romagna

Quando

domenica 02 giugno 2019

Contatti

Sito web

Dall’inconfondibile forma a pera, diffidate dalle imitazioni: l’unico vero culatello è quello di Zibello. Viene prodotto quando la Bassa è avvolta dalla nebbia, e ha una tradizione secolare. Si dice che il primo documento storico a nominarlo risalga al 1700, e chissà se in realtà affonda le sue radici in una storia ancora più antica. È il prodotto tipico che regna sulle tavole di tutto il mondo e viene celebrato da più di trent’anni con una festa a lui dedicata. Nata nel 1986 come manifestazione di piazza, il Festival del Culatello è oggi uno degli eventi più attesi. Sua Maestà il culatello si declina in tutte le sue forme, nei piatti tradizionali, nelle fette tagliate sottili che si adagiano sulle lingue dei buongustai. Tagliatelle al culatello, risotto al culatello, lasagne al culatello, anolini con fonduta di parmigiano e culatello. Versatile come pochi, questo salume qui viene celebrato neanche fosse un Santo Patrono. Delicato, soffice e mai invadente è sicuramente tra i migliori prodotti italiani.

Amaro Ramazzotti ti invita a scoprire gli ITINERARI DEL GUSTO

COSA VEDERE A ZIBELLO

Zibello è un piccolo paese di 3 mila anime. Qui si viene principalmente per godere – letteralmente – dell’immenso patrimomio enogastronomico che questa terra regala. Dal Parmigiano Reggiano ad arrivare al re dei salumi che qui trova i natali. Sua maestà il culatello di Zibello. Fate un giro accompagnati da qualcuno del luogo nei salumifici, per scoprire come viene prodotto, stagionato e conservato, questo salume dal gusto delicato, inteso allo stesso tempo e pregiato.

ITINERARI A PIEDI/BIKE
Se siete qui potete approfittarne per fare un giro lungo le sponde del Po, grazie a una nuovissima pista ciclabile che collega tutti i piccoli paesi che sorgono sulle sue sponde e nelle vicinanze. Come Zibello, Polesine Parmense e altri comuni che nascondono chicche gastronomiche e non solo. Partendo per un percorso di 50 km che si snoda sull’argine del fiume, toccherete diversi punti di sosta attrezzati per il tempo libero e lo sport, dalla motonautica alla nautica. L’itinerario tocca anche i punti della Strada del Culatello, con ristoranti e rivendite del famoso salume.

Scritto da La Redazione

Ad could not be loaded.
Ad could not be loaded.