Acciuga

Zero qui: mangia pesce alla maniera di Federico Delmonte.

mde

Contatti

Acciuga Via Vodice , 25
Roma

Orari

  • lunedi 12:30–15 , 19:45–23
  • martedi 12:30–15 , 19:45–23
  • mercoledi 12:30–15 , 19:45–23
  • giovedi 12:30–15 , 19:45–23
  • venerdi 12:30–15 , 19:45–23
  • sabato 12:30–15 , 19:45–23
  • domenica chiuso

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Cucina

Tips

Prezzo

Scritto da Nicola Gerundino il 29 maggio 2018
Aggiornato il 25 giugno 2018

Quando c’è alle spalle un’esperienza decennale in grandi ristoranti lo si avverte appena si entra. Da Acciuga si mangia pesce e il mare si vede nei pavimenti blu cobalto, nel legno, nel ferro, nelle pareti bianche. A Federico Delmonte, però, non piacciono le reti da pescatore appese alle pareti, il suo è un approccio minimale – che poi si ritrova anche nelle sue ricette – e quindi pochi quadri che rimandano al binomio “sacro” cucina-mare. Acciuga me lo immagino come una terrazza a pelo d’acqua, anche se nella realtà si affaccia su una via tranquilla in zona Della Vittoria. Minimalismo, dicevamo: carta divisa in tre parti – entrata, primo, secondo – ognuna con cinque scelte di cui una carnivora, che non si sa mai. Come antipasti assolutamente consigliati il baccalà mantecato e poggiato su una sorta di caponata con melanzane, pomodori freschi e olive (€ 13), e la ricciola a crudo (€ 14); sui primi si va dai classici spaghetti alle vongole (€ 13) a scelte più elaborate come i passatelli con sugo di murici (€ 15); per i secondi, incredibili i pesci in versione bbq, come il baccalà, servito con un insalata di pomodori, o lo sgombro, servito assieme a una pappa al pomodoro per smorzarne il sapore. Tutti piatti di cui si vorrebbe chiedere perlomeno un tris. Vini elencati a braccio, così come i dolci – variazioni di cioccolato o un biscotto alla carota con gelato alla mandorla, sedano e cardamomo. Tra le formule speciali c’è il percorso degustativo dettato dall’estro del momento dello chef a € 65, mentre per € 45 potete scegliere a piacimento quattro portate dalla carta. Sempre nella carta si trovano tutti i fornitori, con il pesce affidato all’Ittica Urbano che si muove nei porti del Lazio di Anzio, Fiumicino e Civitavecchia, anche se qualcosa arriva pure dall’Adriatico, mare d’origine dello chef Delmonte (di Fano). Un indirizzo da tenersi stretto quando si ha voglia di una cena come si deve.