Talea

Zero qui: Beve in maniera nuova. E gli piace.

Contatti

Talea Via Argelati, 35
Milano

Orari

  • lunedi 19–01
  • martedi 19–01
  • mercoledi 19–01
  • giovedi 19–01
  • venerdi 19–01
  • sabato 19–02
  • domenica chiuso

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Martina Di Iorio il 3 luglio 2018
Aggiornato il 4 ottobre 2018

Tra le aperture più interessanti del 2018 c’è sicuramente Talea. Annunciato mesi fa, finalmente ecco il nuovo bar dei ragazzi del Pinch in collaborazione con il bartender più avanguardista, Filippo Sisti (già Carlo e Camilla in Segheria). Talea è un bar sperimentale, deve il suo nome al mondo della botanica: la talea è una parte della pianta che viene staccata e radicata altrove per avere nuova vita. Un po’ il concetto che sta alla base di questo cocktail bar, nascosto in via Argelati 35. Materie prime che si trasformano, si modificano, si plasmano con l’intervento dei ragazzi guidati da Filippo.

Talea dice di essere sulla carta un’esperienza, non un semplice posto dove si beve, e dopo esserci stati possiamo dire che qui le parole non vengono usate a caso. Sedersi al bancone del bar è un viaggio nel vero senso del termine, alla scoperta dei 14 cocktail creati partendo dai principali spirits in circolazione. Ma il punto di partenza non vuole essere questo, il protagonista del cocktail è la preparazione a monte: 180 ingredienti vengono utilizzati, infusi, trasformati, per la creazione di questa cocktail list innovativa, partecipativa e sperimentale. Innovativa e sperimentale perché ogni drink ha ore di lavorazione alle spalle, per un approccio sartoriale al bere. Quasi fosse una cucina stellata, Talea crea un’esperienza avvicinabile a quella di un ristorante gourmet: non sempre di facile approccio, sicuramente a tratti destabilizzante, ma indimenticabile. Partecipativa perché qui il contatto con il bartender è fondamentale per capire, farsi guidare e comprendere cosa si sta bevendo. Non a caso Filippo Sisti parla di gastromixology, mutuando tecniche e preparazioni tipiche della gastronomia: cocktail che si bevono e che si mangiano, si comprendono con tutti i sensi e richiedono tempo per essere immagazzinati. Dalla terra al mare, gli ingredienti selezionati sono i più radicali. Ogni drink costa 15 € e il prezzo è più che giustificabile per il lavoro che c’è dietro.

Presentati come opere d’arte, in bicchieri sbalorditivi e non sempre di facile approccio, iniziamo il nostro tour. Proviamo il Saving Grace con country cordial Royal Bliss (cordiale fatto in casa con acqua tonica), Johnnie Walker Black Label, liquore al fieno greco e bouquet di erbe selvatiche. Tarassaco, pimpinella, melissa e pandano un’erba tipica delle Filippine, vengono infuse nel cordiale, così come hand made è il liquore al fieno greco che spinge sulla nota vegetale di questo cocktail molto equilibrato e fresco.

Arriva a seguire il Bubusette-te, all’interno di un long squash – zucca dal sapore simile a un cetriolo e una zucchina – che viene centrifugata con infuso al sea bacon, a cui si aggiunge verjus – succo d’uva acerba – limone, tequila Espolon e crusta di fiori secchi e spirulina: freschissimo, un drink estivo simile a un succo di frutta.

Procediamo diretti verso il Ghost of Classic: un twist sull’Old Fashioned presentato su un bicchiere di onice. Balsamico al rabarbaro, bourbon whiskey Wild Turkey infuso con noci pecan affumicate, Amaro Farmily alla melassa di carrube. Un drink dalla spalla alcolica più sostenuta che ci porta dritti a finire la serata.

Tra le più grandi novità qui da Talea c’è la possibilità di prenotare la drink experience dedicata nella sala segreta (Vivarium) dietro al bancone. Prenotabile solo per sei persone alla volta con un bartender dedicato per un’ora e quindici, ci si immerge in un percorso degustativo di cinque cocktail legati ai cinque sensi. Su bancone al led verranno proiettati visual legati ai drink che si stanno bevendo, per un’esperienza del tutto nuova qui a Milano.

Un locale dove si beve prima con la testa che con il corpo. Ci piace!