Sergio&Efisio

Zero qui: Cena con panino caldo praga+brie+salsa, Menabrea da 33, caffè, negroni e patatine per un corretto apporto calorico a prezzi concorrenziali

fotogramma - oasi fresco piazza po - ANGURAIO DI PIAZZA PO (ENRICO BRANDI, Milano - 2012-08-11) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate (ENRICO BRANDI, Milano - 2012-08-11) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

Contatti

Sergio&Efisio Corso Sempione , 30
Milano

Orari

  • lunedi 12:30–15 , 18–02
  • martedi 12:30–15 , 18–02
  • mercoledi 12:30–15 , 18–02
  • giovedi 12:30–15 , 18–02
  • venerdi 12:30–15 , 18–02
  • sabato 18–02
  • domenica 18–02

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Cucina

Prezzo

Scritto da Matteo Ghidoni il 25 ottobre 2015
Aggiornato il 12 luglio 2018

Se mai un giorno venissi a Milano, ti porterei in questo posto.

Questo posto mi ha salvato la vita stasera che mi sono dimenticato di cenare e dopo aver schiacciato il naso a lungo e senza speranza come Lilly-il-fottuto-Vagabondo sulla vetrina dei Fratelli La Bufala (rinomata catena di pizzerie con filiale anche a Miami Beach) mi ha accolto con tutta la tenerezza di una piccola zattera alla deriva nella grande utopia urbana di corso Sempione.

Questo posto si chiama Sergio&Efisio chiosco bar in Milano since 1985. Cena con panino caldo praga+brie+salsa, Menabrea da 33, caffè, negroni e patatine per un corretto apporto calorico a prezzi concorrenziali. Il posto è un ricettacolo di disperati. Si capisce che sono l’ultimo arrivato perchè gli altri avventori hanno i posti migliori. Io mi sono meritato un tavolino vista ingresso con tenda industriale a fasce di pvc trasparente lato spiffero.

Sergio, originario di Oristano, è simpatico e scopro che è un’istituzione. È famoso per i piatti estivi a base di anguria oppure prosciutto e fichi, quindi arrivo proprio in bassa stagione, quando loro se ne tornano in Sardegna a svernare fino a marzo. Ovviamente rompo il ghiaccio con: «tu sei Efisio, vero?». Di Efisio non si saprà mai niente.

Mi viene il dubbio che in corso Sempione ci sia una Sardegna Connection. Il mio portinaio è sardo. Sergio è sardo. Efisio è con molta probabilità sardo. Gruppi di avventori sono sardi e, per ordinare Ichnusa, si rivolgono a Sergio in una forma di linguaggio premoderno.

Questo posto è collocato sull’isola spartitraffico che divide la strada vera e propria dal controviale in uscita. Solo oggi, dopo studi meticolosi, ho capito le regole non scritte per parcheggiare in questo territorio a statuto speciale. Questo territorio comprende: platani, aiuole, marciapiedi, edicole, panchine, rotaie del tram, un milione di auto parcheggiate e Sergio&Efisio chiosco bar in Milano since 1985.

Questo posto, che annovera materiali di progetto contemporanei come: telaio in metallo verniciato verde, serramenti in alluminio, copertura a doppia falda in telo di pvc, “vetrate” in plexiglas, controsoffitto a fasce in juta sintetica a ritmo alternato A-B-A, mazzi di condizionatori inverter, lampade riscaldanti a luce magenta, 150 metri di luminarie natalizie fuori standard CE, 9 vasi di oleandri per mitigazione ambientale – questo posto, dicevo – vanta un premio qualità e cortesia Gambero Rosso.

E allora cosa aspetti?

Articolo di Matteo Ghidoni