Cassa dritta e pedalare: i party da non perdere a ottobre a Roma

Come, dove, quando e chi ballare: ZERO fissa l'agenda mensile del perfetto clubber capitolino.

Scritto da La Redazione il 3 ottobre 2018
Aggiornato il 11 ottobre 2018

Settembre è il mese di transizione: chiudono i locali estivi e, nell’ultima manciata di giorni, i club rifanno capolino. Da ottobre si fa sul serio, tutti sono attivi e le temperature sono giuste per sistemarsi comodamente al centro della pista, in compagnia dei propri bassi preferiti. Queste le scelte di ZERO per il clubbing di ottobre. In cima c’è Spring Attitude, con una tre giorni di elettronica a tutto tondo, tra sperimentazioni audio/video, scena italiana e sorprese internazionali (qui trovate i 10 act del festival da non perdere secondo ZERO). La parte del leone poi la fa il Goa, sfoderando Levon Vincent e Tama Sumo in collaborazione con Rebel Rebel, Tiffany Calver, Night Skinny e Octavian assieme a Touch The Wood, Natasha Watts, Mathew Jonson e Daniel Wang divisi tra le due serate della casa, Ultrabeat e NoZoo. Al Circolo degli Illuminati Minù si destreggia tra nuovi e mostri sacri, schierando Bawrut, Derrick May e Red Axes, mentre dall’Ex Dogana arrivano i nomi che non ti aspetti: l’acidissimo I/F, i bordellari Modeselektor e lo showcase della Love Gang. Ritorno di fiamma per drum’n’bass e jungle al Rashomon con Ed Rush e Kiril per Trust In Jungle, assieme a The Advent in assetto electro. Sugli scudi anche il mondo cumbiero che vedrà alternarsi Frente Cumbiero, Chancha Via Circuito (Sonidos) e Cacao Mental al The Sanctuary per l’appuntamento settimanale Ma Cumbia. Ultimi colpi poi per la rassegna Ō alle Terme di Diocleziano che ha previsto un finale pirotecnico tra Donato Dozzy, Seth Troxler e il redivivo Michael Mayer. Halloween tutto per L.U.C.A. a La Fine, dal quale ci aspettiamo una selezione ultratenebra pescando a piene mani tra le produzioni dei maestri della colonna sonora.