Jazz:Re:Found 2016: la line up e il programma day by day

Per non perdersi niente del festival dedicato alle sfumature più disparate della black music e sapere chi suona, quando, dove e a che ora

Foto di DR

Scritto da Emanuele Zagor Treppiedi il 4 ottobre 2016
Aggiornato il 13 gennaio 2017

AGGIORNAMENTI (data 25.10.2016): Teatro della Concordia e Spazio 211 sostituiscono gli eventi precedentemente ospitati allo Spazio Q35 e si aggiunge lo Spazio Dora (ex Notorius) alle location del festival. L’appuntamento con Luigi Ranghino & Max Loderbauer si terrà al Circolo dei lettori e tra gli headliner si aggiungono gli Underground Resistance con il nuovo live.

AGGIORNAMENTI (data 1.12.2016): RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO
Ciao a tutti,

con gran dispiacere dobbiamo confermarvi la notizia di DNA Concerti in merito alla cancellazione dell’unica data italiana dei De La Soul prevista a Jazz:Re:Found il 9 dicembre. In poco tempo abbiamo lavorato per poter offrire a tutti una line up qualitativamente all’altezza del festival ed è con piacere che vi comunico quindi l’aggiunta alla serata di venerdì 9 dicembre di Gilles Peterson, Sadar Bahar e Colle Der Fomento che hanno risposto alla nostra chiamata last minute. Una family reunion sotto la Mole in pieno spirito Jazz:Re:Found. A seguito del cambio di line-up, la serata del 9 dicembre si sposterà dal Teatro della Concordia di Venaria allo Spazio Dora di Torino per rendere più favorevoli e accessibili gli spostamenti a tutto il pubblico.

LINE UP DAY BY DAY

>Mercoledì 7 Dicembre
@ Circolo dei lettori Via Giambattista Bogino 9, Torino – GRATIS
18.00 – Inaugurazione mostra “Coltrane saved my life”
18.30 – Rocco Pandiani & Luca Barcellona (performance)

@ Spazio Q35, Via Quittengo 35
@ Spazio 211, Via Francesco Cigna 211, Torino

21.15 – Yussef Kamaal
22.45 – “The Get Down” Tribute Clash

@ Spazio Dora (ex Notorius – Main Stage + Club Stage) Via Stradella 10/d, Torino

@ Main Stage
00.00 – Grasso Brothers
01.15 – Grandmaster Flash (data unica italiana)
03.45 – Luca Trevisi

@ Club Stage
01.30 – GRASSO BROTHERS

>Giovedì 8 Dicembre
@ Cap10100, Corso Moncalieri 18

21.30 – Gogo Penguin
23.00 – Mr Scruff

>Venerdì 9 Dicembre
@ Circolo dei lettori Via Giambattista Bogino 9, Torino – GRATIS
18.00 – mostra ‘Coltrane saved my life’ + Torino Film Festival
18.30 – Luigi Ranghino & Max Loderbauer

@ Spazio Q35, Via Quittengo 35
@ Teatro Della Corcordia (Main Stage + Dude Stage), Corso Puccini, Venaria Reale (TO)
@ Spazio Dora (ex Notorius – Main Stage + Club Dude Stage) Via Stradella 10/d, Torino

@ Main Stage
21.30 – Dj Fede
22.15 – Colle der Fomento feat. Ensi
23.15 – Painé
00.00 – Gilles Peterson
01.30 – Sadar Bahar
03.00 – Dj Khalab
04.00 – Clap! Clap!

@ Club Dude Stage
00.30 – Abstract
02.45 – Leon Vynehall

>Sabato 10 Dicembre
Circolo dei Lettori Via Giambattista Bogino 9, Torino – GRATIS
13.00 – mostra ‘Coltrane saved my life’
13.30 – Rocco Pandiani plays John Coltrane
15.30 – Speech con Raffaele Costantino, Damir Ivic, Massimo Oldani e Afropunk

@ Scuola Holden, Piazza Borgo Dora 49 – SPETTACOLO FUORI ABBONAMENTO
19.00 – James Holden (live)

@ Cap10100, Corso Moncalieri 18
21.30 – Tony Allen

@ Spazio Q35, Via Quittengo 35
@ Teatro Della Corcordia (Main Stage + Dude Stage), Corso Puccini, Venaria Reale (TO)
dalle h 00.30

@ Main Stage
23.00 – Banana Boogaloo
00.00 – Stump Valley
01.30 – Underground Resistance (new set)
03.00 – Joe Claussell

@ Dude Stage
00.00 – Asbstract
01.30 – Volcov
03.30 – Soichi Terada

>Domenica 11 Dicembre
@ Giancarlo 2, Via Murazzi del Po 10 Torino
15.00 – Cristian Bevlilacqua
16.00 – Passenger
18.00 – Dego
21.00 – Gambo

TICKETS

La preview sarà a a Milano, l’8 novembre, con Jacob Collier.

QUI TROVI LA GUIDA RAGIONATA ALLA LINE UP DEL FESTIVA CURATA DA DENIS LONGHI, DIRETTORE ARTISTICO DI JAZZ:RE:FOUND

QUI UNA PRATICA GUIDA ALLA SOPRAVVIVENZA

Intanto iniziate a gustarvi il video report dello scorso anno

 
Un’ultima sorpresa arriva ad arricchire la già eccezionale line up dell’edizione 2016 del Jazz:Re:Found. Si tratta degli Underground Resistance, molto semplicemente il collettivo più leggendario nella storia della techno. Il festival ufficializza inoltre la collaborazione con il Circolo dei Lettori per gli incontri della sezione Art&Culture (mostre e panel), ed annuncia alcuni cambi di location, per garantire il massimo della qualità e dell’atmosfera, in perfetto stile Jazz:Re:Found: entrano in gioco Teatro della Concordia, Spazio 211, Spazio Dora.
Infine, il marchio storico Molinari si unisce come sponsor all’avventura dell’edizione 2016. Un’accoglienza oltre ogni aspettativa: la risposta del pubblico alla line up 2016 di Jazz:Re:Found è
sempre più entusiasta, con ottime reazioni, abbonamenti Early Bird andati bruciati in pochi giorni e abbonamenti Passport esauriti, non restano che i biglietti singoli (il consiglio è di affrettarsi!). La scelta di creare un festival con una forte identità, con la capacità di abbattere steccati e di ragionare in modo critico sulle mille derivazioni del ceppo originario della musica black si sta dimostrando vincente, ogni anno sempre di più – anche adesso col trasferimento a Torino (a partire dalla scorsa edizione) dopo le prime annate spese a Vercelli.

Un feedback così partecipato e convinto merita dei regali, e un’attenzione ancora maggiore dal punto di vista organizzativo. Ci sono entrambi. Come regalo, l’aggiunta in line up di un collettivo assolutamente leggendario, quegli Underground Resistance (incluso nell’abbonamento) che hanno fatto la storia della musica elettronica più pura, feroce, rigorosa: il collettivo di Detroit sta alla techno esattamente come i Public Enemy stanno al rap. Stessa capitale importanza, stesso impegno politico, stesso carisma. A Jazz:Re:Found 2016 arrivano col progetto Timeline, uno dei più collaudati, sabato 10 dicembre al Teatro Della Concordia: un incontro fra analogico e digitale, tra techno, house e jazz, capace di parlare veramente all’anima.

Dal punto di vista organizzativo invece, le novità sono lo spostamento per le serate di venerdì 9 dicembre e sabato 10 dicembre, dal Q35 al Teatro Della Concordia di Venaria, mentre mercoledì 7 dicembre le location saranno Spazio 211 (una delle garanzie di qualità per la musica a Torino) per l’esibizione di Yussef Kamal e per la Get Down Battle e Spazio Dora (via Stradella, Torino, davanti a Stazione Dora) per l’esibizione di Grandmaster Flash, Grasso Brothers e Luca Trevisi. Anche la sezione Art&Culture di Jazz:Re:Found (con panel, mostra fotografica e le improvvisazioni sospese tra jazz, musica contemporanea ed elettronica di Max Loderbauer e Luigi Ranghino) avrà una sede di enorme prestigio: il bellissimo Circolo dei Lettori, nel pieno centro cittadino, un’istituzione della vita culturale torinese e nazionale.

L’ultima novità di questi giorni è un annuncio molto gradito: l’edizione 2016 di Jazz:Re:Found si arricchisce di uno sponsor di prestigio. Un marchio ricco di storia come Molinari ha deciso di unirsi al festival piemontese, condividendone gli sforzi, l’attitudine e la ricerca della qualità. A questo punto il conto alla rovescia verso il 7 dicembre è sempre più avvincente!

—-