Prima abbiamo cominciato a vedere il grattacielo Isozaki (Alliaz) salire a nord-ovest, poi si sono inaugurate le case-navi di Zaha Hadid e quelle di Libeskind, poi sono arrivati un pezzo di parco, la metropolitana viola e la torre Hadid (Generali) ha cominciato a decollare, e ancora ha aperto il mall urbano con dentro il cinema Anteo e la Focacceria San Francesco, e mentre si popolano i primi due è partito il terzo grattacielo, quello di Libeskind, chiamato PWC Tower per via del nuovo inquilino, Pricewaterhouse Coopers. Le prime opere d’arte di Artline stanno trovando il loro spazio. E così quello che era uno spazio chiuso, un grande pieno da aggirare, la vecchia Fiera, sta a poco a poco diventando il punto di congiunzione (per ricchissimi) tra il nuovo Portello e la vita di Piazza Piemonte, tra il piazzale Accursio di Garage Italia e le notti di Corso Sempione. Grazie alla metro 5 sono vicinissimi Piazzale Lotto, zona Sarpi e Isola, Corso Como o il nuovo nucleo artistico di via Stilicone (Cenisio), con la galleria Lia Rumma e la Fonderia Battaglia. La zona elegantemente residenziale, ricca di alberi ed eccellenze architettoniche anni 50, si riempie di nuovi servizi. Dopo un ventennio travagliato il progetto è talmente decollato che è stata annunciata una quarta torre: ora tocca cambiare tutta la toponomastica, pure della stazione della metropolitana. Ah, no, quella è stata battezzata Allianz.
Mappa-citylife1