A causa del buco nero comunicativo generato da Stefano Dolce e Domenico Gabbana, i rapporti tra Cina e Italia hanno rischiato seriamente di andarsi a fare benedire, mettendo al centro della querelle proprio il cibo e le rispettive abitudini a tavola – galeotto fu il tentativo di addentare un cannolo con la ricotta con l’ausilio delle tradizionali bacchette. Messe da parte – almeno per ora – le acredini, possiamo rituffarci anima e corpo (soprattutto stomaco) in quella che indiscutibilmente è una delle migliori tradizioni culinarie di livello mondiale e sicuramente anche tra le più variegate – in questo molto simile a quella italiana. Nella guida non troverete le centinaia di ristoranti dove mangiare involtini primavera e spaghetti di soia senza infamia e senza lode, bensì quei locali in cui abbiamo riscontrato idee, particolarità, artigianalità, singolarità e, ovviamente, bontà dei piatti assaggiati, che si tratti di locali con riconoscimenti Michelin o cucine popolari di Roma Est.

Contenuto pubblicato su ZeroRoma - 2019-02-01

Ad could not be loaded.

Lese auch

Ad could not be loaded.