Palazzo Madama - Museo Civico d'Arte Antica

ZERO hier: si riprende in caffetteria dopo un tourbillon di cimeli sabaudi

Kontakte

Palazzo Madama - Museo Civico d'Arte Antica Piazza Castello,
Torino

Zeitplan

  • lunedi 10–18
  • martedi chiuso
  • mercoledi 10–18
  • giovedi 10–18
  • venerdi 10–18
  • sabato 10–18
  • domenica 10–19

Bitte überprüfe immer deine Informationen

Geschrieben von Arrigo Razzini il 27 Mai 2015
Aggiornato il 16 Juni 2015

Ogni volta che cerco di approcciare Palazzo Madama ne esco sconfitta. Già l’esterno mi confonde: facciata barocca da un lato e torri medievali dall’altro… Le prime vertigini arrivano nell’androne, quando cammino sulle fondamenta di epoca romana. Poi incontro la scalinata di Filippo Juvarra, e mi viene da piangere… Proseguo e arrivo nell’aula del senato, dove mi compaiono gli spiriti di Cavour e Mazzini: “maledetti revisionisti!”, lamentano. Procedo, e mi trovo assorbita da secoli di storia sabauda, tra ceramiche, terracotte, stemmi, opere d’arte, gioielli, monili, arredi, abbigliamenti e ricami. Nel frattempo sono passate circa tre ore: il calo di zuccheri una volta giunta sulla torre sarà inevitabile, ma già so che potrò contare sulla caffetteria o in una boccata d’aria nel giardino medievale, dove inciamperò in un cieco che cammina nel percorso dei ciechi. Goffamente ruzzolerò nel pollaio: tra le galline di legno mi sentirò a mio agio.