Ci vediamo sottopalco: i concerti da non perdere a Roma a marzo

Come, dove, quando e cosa ascoltare: la guida di ZERO ai concerti del mese in città.

Geschrieben von La Redazione il 6 März 2019
Aggiornato il 8 März 2019

Siccome le certezze sono importanti, anche questo mese torna il vademecum di ZERO per la musica live dei prossimi 31 giorni in città. Una guida per dare coraggio e instillare qualche dubbio a tutti quelli che „a Roma non c’è mai niente“, per fare ordine nel caos o semplicemente per supportare la vostra memoria meglio di un integratore. Inutile dire che se da un lato con marzo inizia la bella stagione (che ovviamente oltre a essere la primavera per noi è anche la stagione dei festival), sul fronte concerti „indoor“ la proposta si impenna decisamente rispetto ai mesi invernali. Vi basti dare un occhio all’imbarazzo della scelta già sul primo giorno del mese per immaginare la serie di doppiette, incastri e/o scelte difficili da fare a marzo.

Tra gli highlight, le date di alcuni nomi importanti della scena „alternativa“ internazionale (Wooden Shjips, Jon Spencer, Man Forever aka Kid Millions degli Oneida, Daniel Blumberg, Greg Fox, Sun Araw, Pontiak, Uruk, The Oscillation, Josephine Foster e Wild Nothing), ma anche due appuntamenti di peso dell’hip hop made in Italy (Colle der Fomento e Rancore), il Maestro Laraaji e i nostri maestri Alvin Curran (con un set speciale alle Terme di Caracalla), l’Italia della ricerca e delle contaminazioni (Khalab in un live speciale in trio e C’Mon Tigre), l’Italia che va sold out in prevendita (e meritatamente, con Massimo Volume e Giorgio Poi), ma anche l’Italia underground che ci piace, che si tratti di elettronica, psichedelia o rumore (Mamuthones, Metro Crowd, Donato Epiro, Saffronkeira, Marta De Pascalis, Valerio Moscatelli, Qlowski). Di seguito la lista completa, ci ritroviamo su queste pagine a fine marzo per distrarvi dal dolce-dormire di aprile.