Orto-dossia

Foto di Raul Colombi

Spirito

  • Vodka
  • Vermut

Ingredienti

  • 5 cl Vodka Stolichnaya Elit
  • 1 cl Vermouth Noilly Prat
  • 2 cl Succo di barbabietola
  • 1/2 Limone spremuto
  • qb Sale
  • qb Dragoncello

Bicchiere

Coppa Martini

Guarnizione

  • Fetta di limone conservata nel sale

Tecnica

Stir & strain

Circostanza

  • Aperitivo
  • Dinner
  • Inverno

Gusto

  • Dry

Difficoltà

Medio

Sulle pagine di Zero magazine stiamo pubblicando una nuova rubrica dedicata a Expo, con la presentazione delle singole nazioni che parteciperanno, giocando con i numeri e le infografiche, parlando dei Padiglioni, dei cibi e delle bevande. A tal proposito abbiamo chiesto allo staff del Rita di creare un cocktail e un appetizer per ogni paese partecipante.
Andiamo in Russia.

Preparazione

“Spremere” il succo di barbabietola con un estrattore di succo a bassa velocità. Procedere come nella preparazione del classico vodkamartini: profumare il mixing glass con del dragoncello appena pestato e aggiungere vodka, succo, vermouth e ghiaccio. Servire dopo aver mescolato ed eliminato il ghiaccio in una coppa martini, affiancando come side un pezzo di limone conservato nel sale (il limone salato emula l’effetto dell’oliva ed evidenzia il sapore terroso della barbabietola). Il drink si chiama Orto-dossia, ovvero una religione basata sui vegetali.

Ed ecco l’appetizer di accompagnamento by Gianluca Chiaruttini, chef del Rita:

RUSSIAN BREAKFAST

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 filetto di aringa argentata
400g di barbabietola già cotta e pelata
2 scalogni
3 cucchiai di aceto di mele
mezzo bicchiere di vino bianco
1 rametto di dragoncello
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di sale
4 cucchiai di panna fresca
1 cucchiaio di formaggio fresco
1 cucchiaio di succo di limone
pane di segale

PREPARAZIONE:

Tagliare la barbabietola a fette di circa mezzo cm di spessore e ricavarne dei piccoli cubetti. Tritare gli scalogni e metterli per cinque minuti in acqua e ghiaccio, scolarli e unirli allo zucchero in un pentolino, aggiungere l’aceto, il sale e il vino bianco, portare a ebollizione e togliere dal fuoco, lasciando raffreddare con qualche fogliolina di dragoncello. Preparare della panna acida con panna, formaggio e succo di limone aggiungendo poco sale, con l’aiuto di una frusta ottenere una crema liscia e un po’ densa. Tagliare il filetto di aringa in quattro rettangoli uguali, mettere i cubetti di barbabietola nella marinata precedentemente filtrata e lasciare qualche minuto a marinare. Preparare dei bicchierini con i cubetti scolati dalla marinata, qualche fogliolina di dragoncello, quattro rettangoli di pane di segale con la panna acida spalmata e il rettangolo di aringa appoggiato sopra.