ven 23.11 2018

Body Of Reverbs

Dove

Varsi
Via di Grotta Pinta 38, 00186 Roma

Quando

venerdì 23 novembre 2018
H 18:00

Quanto

free

Contatti

Sito web

Il tatuaggio è una pratica ancestrale, legata alla sollecitazione di punti sulla pelle che corrispondono a flussi profondi il cui stato deve essere mutato. Per ogni cambiamento di stato c’è un segno visibile che modifica l’aspetto del corpo. Ogni segno è il risultato dell’ago che colpisce l’epidermide e produce una vibrazione che si diffonde nell’individuo sotto forma di piccole scosse di dolore.

A che suono corrisponde quella vibrazione?

Immagina di assistere ad un rituale che rimanda al tempo primitivo dei segni di Otzi ed è scandito da un ritmo che si origina dal colpo dell’ago sulla pelle, distorto e diffuso insieme a pattern sperimentali e droni elettronici. Chi si sottopone al rito è accompagnato verso la catarsi dalla dimensione sonora e da quella di contatto. Un sistema duplice, mediato dalla cura del tatuatore, avvolge l’individuo che, riverberando le onde, sente di essere parte attiva del proprio mutare. Le oscillazioni dell’aria si infrangono sulle superfici intorno, scosse dal suono del passaggio di un corpo in un corpo nuovo, ora segnato.

L’ambiente in cui si svolge il rituale e la posizione degli spettatori sono le varianti site specific che danno forma alla performance, diversa ogni volta. Come risuona nel mezzo del deserto? Cosa succede in una galleria del centro, con un pubblico in platea? E se ci mettessimo in cerchio?

Questo è “Body of Reverbs”, progetto di post-tatuaggio e pratica rituale di Servadio (tatuaggio) in collaborazione con HEXN (sound) e Mik Bòiter (curandero). Stasera la performance aperta al pubblico, culmine di una settimana di rituali privati.

Scritto da Vanessa Pinzoni