ven 18.01 2019 – dom 20.01 2019

La Canzone Nazionale di Wunderbaum

Quando

venerdì 18 gennaio 2019 – domenica 20 gennaio 2019

Quanto

€ 5. Venerdì ore 18, sabato e domenica ore 16

Personalmente ho sempre odiato la musica nazional-popolare, nel senso più puro del temine: un prodotto culturale capace di esprimere i valori profondamente radicati nella tradizione di un popolo mi spaventa non poco, a maggior ragione in tempi nei quali tante (pretese) tradizioni diventano una semplice copertura per il lucido delirio di chi ci governa.

Non che la categoria in sé non abbia un senso: il problema è che oggi a dominare sono le sue mitizzazioni, a destra e – forse peggio ancora – a sinistra, dove il nazional-popolare diventa un goffo mantra che cerca di superare il distacco da una base della quale per troppi anni si è completamente dimenticata l’esistenza.

Così, prima che la confusione sotto il cielo diventi troppo grande anche per noi scaltri (e irrimediabilmente relativisti) cittadini del nuovo millennio, diventa un obbligo non più differibile riflettere sulla categoria: per questo nasce, o per meglio dire si rinnova (dopo il successo di Chi è il vero italiano? nel 2016, che ha visto coinvolto un gruppo di abitanti di zona 7 ed è tuttora in tour in Europa), la feconda collaborazione tra Mare e il collettivo olandese Wunderbaum intorno al progetto La Canzone Nazionale. L’obbiettivo è quello di dar vita ad uno spettacolo musicale attraverso il quale attori e musicisti italiani e olandesi, accompagnati da un folto gruppo di voci provenienti da diversi cori milanesi (Sankofa Gospel Ensemble, Coro dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, Corale Polifonica Sforzesca) possano condurre lo spettatore, proprio a partire dalla categoria del nazional-popolare in musica, in una riflessione intorno all’identità e ai temi ad essa legati nella società contemporanea: radici, paure, orgoglio nazionale. Un esperimento rutilante ed ironico, eppure incredibilmente serio perché dotato di un’urgenza unica, drammatica.

Per conoscere il risultato, coprodotto tra gli altri anche da Theater Rotterdam e Theaterhaus Jena, l’appuntamento è dal 18 (anteprima ore 18.00) al 20 gennaio (sempre alle 16.00) allo Spirit de Milan. Il biglietto (plus) costa appena 5 euro.

Scritto da Matteo Torterolo