ven 08.04 2016 – dom 10.04 2016

Miart 2016

Dove

Fiera Milano City
Viale Lodovico Scarampo 2, Milano

Quando

venerdì 08 aprile 2016 – domenica 10 aprile 2016
H 12:00 - 19:00

Quanto

€ 15/12

Contatti

Sito web

Ogni anno la fiera dell’arte di Milano si evolve con nuove proposte. Da quando, quattro anni or sono, il direttore e fondatore di Peep Hole Vincenzo De Bellis ne ha preso la guida, Miart ha assunto un aspetto internazionale, arricchendosi di funzioni dinamiche e in relazione con altri temi nell’universo dell’arte contemporanea. Con un costante occhio all’arte moderna, grazie alla relazione, sempre presente, tra l’arte “nuova” e quella passata del novecento. Quest’anno, con la presenza di Alessandro Rabottini come vice-direttore, la fiera è improntata a una maggiore attenzione per la multidisciplinarietà dei linguaggi visivi: dal video, al design, all’editoria, con la presenza di personaggioni dell’arte internazionale. I mitici “miartalks” – gli incontri a tavolino con ospiti sempre diversi tra curatori, artisti, collectors etc. – sono ormai dei “dates” obbligatori per chi passa in fiera, e quest’anno contemplano una moltitudine di invitati, da Yuri Ancarani (filmmaker) a Andrea Bellini (direttore del Centro d’arte contemporanea di Ginevra), da Chris Dercon (direttore della Tate di Londra) a Omar Kholeif (curatore dell’MCA di Chicago), e ancora Francesco Bonami, Barbara Casavecchia, Philippe-Alain Michaud (curatore del dipartimento film e cinema del Centre Pompidou), Anri Sala, Hans Ulrich Obrist, tutti coordinati da Ben Borthwick. La chiamata delle gallerie – tante americane da NY e LA, e diversi spazi giovani italiani – è divisa in sezioni: established (98 gallerie, suddivise a loro volta in Contemporary e Masters); decades (a cura di Alberto Salvadori, che ha selezionato 9 gallerie da Londra a Milano a New York, che racconta il XX sec. decennio per decennio); THENow (otto coppie di artisti di generazioni diverse a confronto); emergent (16 giovani gallerie) e object, sezione super nuova, a cura di Domitilla Dardi, dedicata al design. E, ancora, la relazione con la città e le sue istituzioni più in auge, dall’Hangar Bicocca alla Fondazione Prada, a Palazzo Reale, che avranno aperture serali speciali in quei giorni di fiera. Zero seguirà Miart passo per passo, attraverso tips, sussurri e percorsi consigliati. E a breve qualche notizia in più dal direttore. Intanto segniamocelo in agenda, che un giro va fatto.

Scritto da Rossella Farinotti