ven 15.04 2016

Nowhere Festival 2016 - Introduzione

Dove

Ex Dogana
Via dello Scalo San Lorenzo 10, 00185 Roma

Quando

venerdì 15 aprile 2016
H 22:00

Quanto

€ 10 fino alle 24, a seguire € 13

Contatti

Sito web

Organizzatore

LSWHR

Come si possa descrivere William Basinski francamente faccio sempre un po’ fatica a dirlo. Non fa nè ambient, né tape music. Non fa elettronica in senso stretto, ma nemmeno cascate di droni. I suoi Disintegration Loops credo siano esplicativi del suo essere. Musica che si disfa, che si rompe continuamente. E tutto ciò avviene nella ripetizione di una manciata di note, reiterate in un moto infinitesimale che non conosce né paletti né coordinate. L’ultimo, incantevole Cascade dell’anno scorso ha segnato una nuova tappa del suo viaggio al di là del tempo: frame sfaldati, suoni elegantissimi che si sgretolano fino al silenzio. E col nuovo spettacolo (e album? Chissà), “Shadow In Time” presentato più di un mese fa a Londra pare ci sia una parte dedicata a David Bowie. Il fil rouge della ricerca del silenzio come ricerca di suono non è nuovo nemmeno a un altro act assoluto: Lino Capra Vaccina. Attraversando più di quarant’anni di sperimentazione, dagli Aktuala alla collaborazione con Battiato, da Antico Adagio al recente Arcaico Armonico, in mezzo ha raffigurato un mondo in bilico tra misticismo, ambient, new age, rimandi mediorientali e tratti mediterranei. Suoni a metà, che scavallano linee di confine tra generi, non sono nuovi nemmeno a Jamal R. Moss aka Hieroghlyphic Being, tra le maggiori teste pensanti in ambito elettronico degli ultimi dieci anni. Nella varietà dei suoi alias ha spaziato dalla techno all’house, dall’acid al free jazz, e annuncia un live di due ore che vuole mantenere una tratto divisivo inconfondibile: l’anarchia del suono. Anche la sua – a ulteriore dimostrazione di una lineup costruita in maniera impeccabile -è una presenza che ricalca la volontà di dare un taglio assolutamente delineato a Nowhere. Musica per allargare gli spazi e la mente, per affrontare l’esperienza del suono nella sua essenza più pura e incontaminata. Alla lettura dei nomi in programma del festival vero e proprio che si terrà a fine mese, io che vivo la nostalgia in maniera quasi religiosa, non ho potuto non pensare a Dissonanze. Il solo fatto di quel rimando vi dia plastica coscienza del perché LSWHR abbia fatto un centro gigantesco. Grazie.

KYÖSTI VÅINIØ

VINCI CON ZERO

Zero e LSWHR ti mandano gratis alla preview di Nowhere del 15 aprile. Per partecipare, basta mandare una e-mail a contest@edizionizero.com specificando la città e l’evento di riferimento nell’oggetto e il proprio nome e cognome nel corpo dell’e-mail. I due vincitori saranno estratti tra tutti coloro che avranno partecipato entro il 12 aprile e saranno gli unici a ricevere una risposta via e-mail.

Scritto da Chiara Colli