gio 05.05 2016

Machine

Dove

Städlin
Via Antonio Pacinotti 83, 00146 Roma

Quando

giovedì 05 maggio 2016
H 21:00

Quanto

free

Come spesso accade in casa Denovali, anche il progetto Witxes è votato a un’elettronica atmosferica che accorpa tante influenze diverse ma complementari e le mette assieme creando una versione “pop”, se mi passate il termine, dei generi a cui si ispira. Droni costruiti da montagne di strati di suono, ognuno più corposo e voluminoso del precedente. Si opera per addizione, senza mai prendere nessuna deriva troppo difficile. Sono anche scarni accordi westernati su una base di detriti sonori gracchianti e field recording assortiti, ma sempre senza esagerare. Ne esce il perfetto “starter kit”, che può fungere da ispirazione per decidere poi che direzioni prendere, verso materie meno confortevoli. E a proposito di essenzialità, da stasera la parete di Städlin cambia faccia grazie a “Divus”, esposizione a cura di Giandomenico Carpentieri – art director e co-fondatore della casa editrice indipendente Yard Press – che porta lo stesso nome del nuovo progetto di Luca Mai degli Zu e Luciano Lamanna: un minimale e geometrico gioco di pattern e texture, dalla copertina dell’album d’esordio dei due (insieme) alle interiora di Städlin.

Scritto da Onga Boring Machines