ven 09.06 2017 – ven 30.06 2017

Hispam

Quando

venerdì 09 giugno 2017 – venerdì 30 giugno 2017

Quanto

free

C’è chi propone entusiasta di dipingere i pannelli sul Gra come soluzione al degrado culturale delle periferie romane, e c’è chi, con grande energia e senza alzare la voce, da anni si impegna perché l’arte urbana nelle periferie diventi un punto di forza e di reazione, attraverso progetti diffusi e duraturi. Grazie all’associazione WALLS, ad aprile prenderà il via HISPAM: un ciclo di mostre sull’arte contemporanea spagnola, in collaborazione con l’Instituto Cervantes de Roma. Tre residenze e tre mostre – a Casal Bertone, San Basilio e al Mandrione, rispettivamente con opere di Pelucas e Alberto De Blobs, Isaac Cordal e Elena Fernández Prada, Santiago Morilla e Beatriz Lobo- in cui gli artisti “hispànici” potranno conoscere da vicino le realtà periferiche di Roma e restituircene una visione altra, in un certo senso incontaminata, attraverso processi di creazione partecipati e condivisi. Il progetto prevede infatti anche un ricco calendario di incontri e laboratori rivolti a tutti, e terminerà con una mostra collettiva presso l’Instituto Cervantes, riunendo in un unico “centro” i risultati dei mesi di lavoro in periferia.

GIOVANNA GIANNINI GUAZZUGLI

Al via il 9 giugno la seconda esibizione all’interno del progetto Hispam, in mostra le opere degli artisti Isaac Cordal ed Elena Fernández Prada, nonché quelle create in occasione dei laboratori tenutisi nelle settimane precedenti. Opening alle ore 17:00. Qui in anteprima una selezione di immagini delle opere che i due artisti esporranno presso la Biblioteca Centro Culturale Aldo Fabrizi e nel quartiere di San Basilio.

Cordal a San Basilio.
Cordal a San Basilio.
Cordal a San Basilio.
Cordal a San Basilio.
Cordal a San Basilio.
Cordal a San Basilio.
Cordal a San Basilio.
Cordal a San Basilio.
Elena Fernandez Prada.
Elena Fernandez Prada.
Elena Fernandez Prada.
Elena Fernandez Prada.
Elena Fernandez Prada.
Elena Fernandez Prada.
Elena Fernandez Prada.
Elena Fernandez Prada.

Scritto da Alberto Asquini