OTTo

Zero qui: si rilassa

Scritto da La Redazione il 10 luglio 2015
Aggiornato il 1 giugno 2017

Quanti bar si possono permettere di lasciare un’intera vetrina all’arte? oTTo, il nuovo locale aperto da Luca Noviello, Marco Trinca Colonel e Roberto Marone in via Paolo Sarpi, è talmente pieno di spazio e luce che nessuno percepisce il sacrificio di una finestra. Periodicamente un nuovo artista progetta un’installazione diversa. La prima è stata Loading, il pendolo ipnotico di Vedovamazzei: una lampadina che oscilla morbida in fondo a un esile braccio meccanico, con un movimento caldo. Poi è venuta Cerca Trova, l’opera di Paolo Gonzato, e poi molti altri. La cosa bella è che l’opera non è rivolta ai clienti di dentro, ma alla città (e a quelli che bevono nella lunga, pacifica terrazza). Ma anche gli spazi interni ormai sono artisticamente vitali fin nei recessi più intimi, a partire dal free writing nei bagni.