Paradisoterrestre

Foto di Alba De Angelis

Contatti

Paradisoterrestre Via De' Musei, 4
Bologna

Orari

  • lunedi chiuso
  • martedi 11–19
  • mercoledi 11–19
  • giovedi 11–19
  • venerdi 11–19
  • sabato 11–19
  • domenica chiuso

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Scritto da L.R. il 18 gennaio 2019
Aggiornato il 4 dicembre 2019

Marchio storico del design italiano, pensato già alla fine degli anni Settanta da Dino Gavina e tornato a vivere nel 2017 grazie a Gherardo Tonelli, Paradisoterrestre nel suo nuovo corso spazia tra storia e innovazione, riedizioni di pezzi storici e nuove collezioni. Un appartamento al primo piano di un palazzo storico che potrebbe essere l’abitazione di un ‘collezionista ideale’ con stanze che riservano sorprese scenografiche, come il soffitto rosso e la magnifica lampada lunga 7 metri, esemplare unico realizzato dall’architetto Takahama ispirato alla “Garbo” di Mariyo Yagi. Una che è anche spazio per eventi e mostre, abitata da pezzi unici di designer ed architetti del calibro di Carlo Scarpa, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Ignazio Gardella si mescolano a riedizioni storiche e produzioni contemporanee dal catalogo Paradisoterrestre, come le collezioni di sedute Naeko, Marcel e Mantilla di Kazuhide Takahama, i Fiori Futuristi di Giacomo Balla e la collezione All Around firmata nel 2018 da Pierre Gonalons. Alle pareti importanti opere di artisti internazionali: Roberto Matta, Li Yuan-Chia, Alberto Biasi solo per citarne alcuni.