Casa dei Tre Oci

Zero qui: click

Contatti

Casa dei Tre Oci Fondamenta delle Zitelle (Giudecca), 43
Venezia

Orari

  • lunedi 10–19
  • martedi chiuso
  • mercoledi 10–19
  • giovedi 10–19
  • venerdi 10–19
  • sabato 10–19
  • domenica 10–19

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Scritto da Diana Marrone il 13 marzo 2019
Aggiornato il 16 marzo 2019

La Casa dei Tre Oci – letteralmente, dei tre occhi – domina le Zitelle (isola della Giudecca), forse il luogo più romantico ed esclusivo di Venezia. L’edificio ha una storia profondamente giovane ma tutta legata alla città e alle sue arti. Costruito in stile neogotico da un artista nel XX secolo per la sua famiglia (il pittore emiliano Mario de Maria), è stato abitato da tanti artisti (da Carolyn Carlson a Renzo Piano) prima di diventare la primaria casa della fotografia contemporanea in città – patron la Fondazione Venezia, direttore artistico Denis Curti.
Le straordinarie vedute su San Marco dalle sue bifore giganti sono un plus che scoprirete quando visiterete le affollate mostre di artisti e reporter che hanno fatto la storia della fotografia (almeno due l’anno: da Willy Ronis a Fulvio Roiter; da Werner Bischof a David LaChapelle, da Burri a Newton per citare solo le ultime mentre Letizia Battaglia apre la stagione espositiva 2019). Se volete farvi un regalo, vi consigliamo di visitarla all’ora (mozzafiato) del tramonto.
Casa dei Tre Coi ospita anche mostre, conferenze ed incontri culturali legati ad altre arti e ha un invidiabile bookshop dove trovare libri di Contrasto, tutti i cataloghi delle mostre ospitate ma anche curiosi libri per adulti e bambini, cartoline e poster – un indirizzo da annotare quando dovete cercare un volume last minute per l’amico più colto ed esigente!
Non è infrequente imbattersi in corsi di fotografia, workshop o aperitivi con i curatori (su prenotazione). Questi ultimi raccontano sovente le mostre in chiave informale e sono anche un’occasione sociale – fare amicizia in eventi di qualità a Venezia fuori da un’osteria è raro!

Ad could not be loaded.

Leggi anche

Ad could not be loaded.