Punta Della Dogana

Zero qui: sospira di fronte al panorama

Contatti

Punta Della Dogana Dorsoduro, 2
Venezia

Orari

  • lunedi 10–19
  • martedi chiuso
  • mercoledi 10–19
  • giovedi 10–19
  • venerdi 10–19
  • sabato 10–19
  • domenica 10–19

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Scritto da Johann Merrich il 6 marzo 2019
Aggiornato il 15 marzo 2019

da rivedere

L’affilato triangolo che divide il Canal Grande dal Canale della Giudecca accoglie tre splendidi luoghi d’arte della città: la Basilica di Santa Maria della Salute, il Seminario Patriarcale e l’edificio Seicentesco della Dogana Da Mar, oggi sede del centro dedicato all’arte contemporanea di Fondazione Pinault. Assieme a Palazzo Grassi e al suo Teatrino, Punta della Dogana si incastona nella preziosa corona dei progetti espositivi della Fondazione francese, beneficiando degli interventi di restauro dell’architetto giapponese Tadao Ando, già responsabile del rinnovo degli altri stabili veneziani affidati alla Fondazione. Le caratteristiche pareti in calcestruzzo a vista, marchio inconfondibile di Ando, accolgono ogni anno importanti esposizioni (tra le ultime, citiamo quella dedicata a Damien Hirst) e speciali appuntamenti destinati a varie fasce di pubblico che spaziano dalle rassegne di arte performativa, ai concerti, agli aperitivi d’arte serviti nell’esclusiva terrazza belvedere del Torrino affacciato sul Bacino di San Marco. Da qui assicuriamo meravigliose visioni per un ricordo inedito di Venezia dal sicuro impatto emotivo.