Coropuna

Zero qui: beve pisco.

Contatti

Coropuna Via di Pietralata , 149b
Roma

Orari

  • lunedi chiuso
  • martedi 20–02
  • mercoledi 20–02
  • giovedi 20–02
  • venerdi 20–02
  • sabato 20–02
  • domenica 20–02

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Cucina

Prezzo

Scritto da Martina Di Iorio il 21 marzo 2016
Aggiornato il 7 gennaio 2019

La prima comunità giapponese del Sud America si trova in Brasile – stimata anche tra le prime due a livello mondiale. Subito dopo c’è quella che ha trovato dimora in Perù, attraverso un processo lungo e complesso di emigrazione a cui hanno contribuito lo Stato e le aziende private e che ha avuto il suo culmine con l’elezione nel 1990 del presidente Alberto Fujimori – fisiognomicamente quanto di più lontano ci fosse da un discendente degli Inca. Fenomeno connaturato ai movimenti migratori è quello della fusione delle tradizioni gastronomiche: se l’unione nippo-carioca dietro il fenomeno temaki è ormai consolidata anche a Roma, l’unione nippo-peruviana è ancora un terreno inesplorato e fa il suo debutto con Coropuna (il nome è quello di un vulcano andino che supera i 6000 metri di altezza). Spazio quindi a chevice di pesce (la marinatura è il più delle volte con il coriandolo, un’allerta per chi non ama questa spezia), arepas, escabeche di baccalà, lomo saltato e rolls (molto buoni questi ultimi), ma, soprattutto, spazio a un bellissimo bancone per i cocktail. Sicuramente sono da provare tutti quelli a base di pisco, che vanno dal classico Pisco Sour (pisco con albume d’uovo, sciroppo, succo di limone e angostura) ai drink della casa con base sake – ad esempio la rivisitazione del Bloody Mary – o agave. Si chiude con i tiki, che valgono anche solo per i bicchieri con cui vengono serviti. Corpuna lo trovate su via di Pietralata, al posto del primissimo Fish Market, con dj set di sottofondo durante tutta la settimana ad allietare bevute che vanno ben oltre l’orario del digestivo.