Berberè

Zero qui: mangia pizza alla maniera dei fratelli Aloe.

Contatti

Berberè Via Mantova, 5
Roma

Orari

  • lunedi 19:30–23:30
  • martedi 19:30–23:30
  • mercoledi 19:30–23:30
  • giovedi 19:30–23:30
  • venerdi 19:30–23:30
  • sabato 12:30–14:30 , 19:30–23:30
  • domenica 12:30–14:30 , 19:30–23:30

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Cucina

Prezzo

Scritto da Alberto Asquini il 19 maggio 2017
Aggiornato il 23 novembre 2017

Berberè nasce un po’ dall’incubo che tutti hanno quando vanno a mangiare una pizza: mancata digestione e sete sahariana alle 04:00 del mattino (di dormire neanche se ne parla). Così, due fratelli calabresi studenti a Bologna si sono ingegnati, hanno fatto ricerca su impasto e materie prime e nel 2010 hanno dato vita alla prima sede di Berberé, fino ad arrivare alle 7 attuali. Quella di Roma è una delle ultime arrivate e la trovate nei pressi della sede del Macro a via Nizza. Nell’impasto ci sono farine semintegrali biologiche e si utilizza esclusivamente lievito madre che, grazie ai lactobacilli, garantisce una fermentazione lattica oltre a quella alcolica. Per la cottura viene utilizzato un forno elettrico che permette di avere temperature costanti e la pizza viene servita sempre in otto spicchi. Al palato, ça va sans dire, l’impasto è ottimo e l’apice del gusto si raggiunge con le pizze ldove c’è il fiordilatte a legare il tutto: con porchetta, salsiccia o coppa estiva di Mora Romagnola; con zucca, funghi misti saltati e taleggio; con pancetta arrotolata, patate al forno e Asiago. I menu sono stagionali e moltissimi gli ingredienti bio (si arriva a un 85% complessivo, anche grazie alla partnership con Alce Nero), incluse le bevande (vino, birra e bibite gassate). Se ve lo state chiedendo, sì, hanno anche provato a fare una pizza al berberè, ma non è andata molto bene….