Casa del Manzoni

Contatti

Casa del Manzoni Via G. Morone, 1
Milano

Orari

  • lunedi chiuso
  • martedi 10–18
  • mercoledi 10–18
  • giovedi 10–18
  • venerdi 10–18
  • sabato 14–18
  • domenica chiuso

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Scritto da La Redazione il 29 giugno 2015
Aggiornato il 26 marzo 2019

Alzi la mano chi non ritiene il Manzoni di una noia mortale. E qui casca l’asino. Immaginatevi la vita di uno scrittore, figlio non riconosciuto, discendente di un Beccaria. Immaginatevi un giovine Manzoni dedito al gioco d’azzardo e alle prostitute. Immaginatelo entrare in casa semi ebbro dopo una chiacchierata con un certa “Lucia dai facili costumi” e il di lei matrimonio impossibile, passando dai giardini di casa, le cui piante sono state coltivate da Manzoni stesso. Ora siete pronti per visitare la casa di Alessandro M., una sorta di Pinketts (RIP) dell’800. Pavimenti originali, letto di morte ancora intatto. La Casa, oltre a ospitare l’omonimo museo, mantiene ancora intatta la biblioteca fornitissima (oltre ad essere un romantico, Manzoni fu anche un nerd neoclassico). Insomma, per vivere la vita di uno scrittore si scrive, si leggono le sue opere o si va a trovarlo a casa sua.