I bar (e non solo) del Fuorisalone

Come sopravvivere alla Design Week con un bicchiere in mano

Scritto da Martina Di Iorio il 6 settembre 2021

Foto di Simona Bruno

Stemperiamo i toni e prepariamoci per questa settimana che non parla solo la lingua degli addetti ai lavori. Infatti sappiamo che prima del design, prima delle passerelle, prima dei selfie, la vostra e nostra priorità è quella di bere e perché no masticare qualcosa sotto i denti. Quale migliore occasione di questo Fuorisalone per coniugare insieme la nostra voglia di cocktail sotto le mentite spoglie del design? In città i bar pullulano di ogni genere umano, straripano di cattive intenzioni, diventano il luogo di decompressione dove togliere la maschera del (finto) designer e assumere quella che ci è più congeniale. Con un drink in mano, vera corazza sociale, risulterà a tutti più facile sorbirsi vernissage, code per il taxi, tacchi o stringate strette, rimasticare l’inglese un po’ claudicante per affrontare l’overdose da Salone.

In questa sede però non vi consiglieremo percorsi noti o già battuti, ma solo quei luoghi, eventi, quegli appuntamenti del design che hanno deciso di fare del bar e de della sua estetica il punto centrale della narrazione. Temporary bar di aziende, designer, collabo sull’asse mixology e food, installazioni, caffetterie, che ci fanno capire come anno dopo anno come anche il mondo dell’hospitality  dialoga con la retorica del design.

Heineken® Greener Bar

Dal 4 al 12 settembre a Palazzo Serbelloni Heineken® darà vita al suo concetto di sostenibilità con il  “Greener Bar” che farà da palcoscenico per incontri a tema green per tutta la settimana del FuoriSalone. Un bar ispirato al settore delle macchine da corsa per aiutare gli eventi dal vivo a diventare più sostenibile. Tanti appuntamenti e ospiti internazionali.

28 Posti “Social Warning”

Dal 3 al 12 settembre un menù realizzato a quattro mani nel ristorante che guarda i Navigli, condotto dal talentuoso chef Marco Ambrosino e dal food designer spagnolo Martí Guixé. Anche qui sostenibilità ambientale come punto cardine del progetto: per combattare gli sprechi ancora troppo numerosi e sensibilizzare sull’argomento. Solo a cena e su prenotazione: menu da 5-8-10 portate.

Zhero Ice Cube by Mattia Pastori

Il barman Mattia Pastori firma la drink list che potete provare in questo curioso temporary bar tutti i giorni fino al 12 settembre dalle 15 alle 21, a Milano Brera in via Formentini 5. Si tratta di ghiaccio alimentare aromatizzato100% naturale, senza zuccheri e senza calorie: lo trovate al rosmarino, al profumo di fiore di sambuco e lampone, all’aroma di zenzero, alla menta.

Rana da Nonostante Marras

Il re del tortellino arriva in uno degli showroom più belli di tutta Milano: quello del designer sardo Antonio Marras, in via Cola di Rienzo 8. Il bistrot è aperto tutti i giorni, dalle 10 alle 20, per colazione, pranzo o aperitivo e per la cena dalle 20 in poi. I posti, sono limitati e bisogna prenotare al numero 02 72023535. Tra broccati, arredi vintage e collezioni uniche, vince il vecchio e caro tortello.

The Bounder Monkey 47 Bar

MONKEY 47 è al Fuorisalone mescolando design e mixology. Dal 5 al 10 settembre, dalle 18 alle 23, all’ombra del Bosco Verticale, presidia l’Isola Design Festival con il vintage caravan trasformato in cocktail bar on the road. Cocktail della serata il Bosco Liquido ispirato all’architettura del grattacielo verdeggiante che lo sovrasta. Ruotano al bar 6 bartender tra i migliori a Milano: dal Mag La Pusterla al Doping Club. Protagonista  anche la lampada MIXI by Valentina Rosso + Agma Polimeri, realizzata con materiali innovativi provenienti da scarti  industriali upcycled.

NESCAFE’ IL BAR OLOGRAFICO

Uno spazio di 123mq con una lounge pensata per assistere a performance live, degustare esclusivi cocktail firmati Nescafé e godersi delle proiezioni video nei momenti di pausa: è questa la configurazione del bar olografico che Nescafé allestirà presso il Superstudio Più di Via Tortona, 27, dal 4 al 10 settembre, in occasione della Milano Design Week 2021.

Bar Basso- PH Andrea Zani
BAR BASSO

Non da ultimo vi segnaliamo il tempio del bere, durante tutto l’anno e particolarmente nel periodo del Salone. Designer da ogni dove, curiosi, appassionati che parlano tutte le lingue li troverete con l’iconico bicchiere in mano, colmo di Negroni Sbagliato. Venite qui in qualsiasi giorno della settimana, ma soprattutto il giovedì, serata tradizionale d’appuntamento per ogni Salone.