Riascolta il mixato del set di L.U.C.A. a Terraforma

In anteprima su Zero, il set di due ore di L.U.C.A. in occasione di Terraforma, il 24 giugno a Villa Arconati. Buon ascolto!

Scritto da Chiara Colli il 8 settembre 2017
Aggiornato il 19 settembre 2017

Da oltre un anno insistiamo sul fatto che L.U.C.A., l’ultimo moniker in ordine temporale di Francesco De Bellis (già noto come Francisco e prima ancora Jolly Music) sia uno dei progetti più belli, ispirati e profondamente psichedelici usciti in Italia negli ultimi tempi. Un “alter ego” che prende le mosse dalla passione e da una copiosa conoscenza di cinema e colonne sonore, che arriva a fondere armonicamente, senza soluzione di continuità, library music e naturalismo, suggestioni “hippie” e soul, pop d’autore italiano anni ’70 ed elettronica d’avanguardia, ritmi funk e soundtrack più o meno note – soprattutto quelle degli “anni d’oro”.

Con un set di due ore attraverso sonorità affini all’esordio lungo su disco, I Semi del Futuro, L.U.C.A. è stato uno dei protagonisti (e secondo noi pure uno degli highlight) dell’ultima edizione di Terraforma, il «festival dedicato alla sperimentazione musicale e alla sostenibilità ambientale» che in tre edizioni è diventato una sorta di paradiso terrestre per chi ama ascoltare musica fuori dai soliti contesti. Dopo la playlist di “preparazione” al festival, eccovi in anteprima su Zero il mixato integrale del suo favoloso set, colonna sonora perfetta per raccontare il mood e l’atmosfera rilassata di Terraforma: se non potete riprodurre l’ascolto standovene su una spiaggia o in un bosco, niente paura. L’effetto sviaggio è comunque assicurato.

Dopo I semi del futuro, l’ultima uscita di L.U.C.A. è un 10″ per l’etichetta napoletana Really Swing, ascoltalo qui.