Baja

Zero qui: beve i "Cocktail del Barman" al tramonto.

Contatti

Baja Lungotevere Arnaldo da Brescia,
Roma

Orari

  • lunedi 11–02
  • martedi 11–02
  • mercoledi 11–02
  • giovedi 11–02
  • venerdi 11–02
  • sabato 11–02
  • domenica 11–02

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da La Redazione il 18 giugno 2015
Aggiornato il 8 luglio 2015

Avete presente quei film che iniziano in bianco e nero, con l’inquadratura che a un certo punto diventa fissa su un oggetto, che poi diventa a colori indicando che la storia è tornata nel presente? Per il Baja si potrebbe fare un gioco simile, immaginando una vecchia chiatta portuale che risale il Tevere, viene ancorata all’altezza di Piazza del Popolo e si trasforma in un locale, grazie a una struttura leggera di vetro, legno e metallo. Per sincronizzarla perfettamente con il presente, bisogna aggiungere poi una cucina, una postazione bar, chef, barman, tavoli, sedute basse in legno, cuscinoni, sdraio, teli e quant’altro. La cucina propone piatti semplici, bilanciati su pesce e e carne, con rivisitazioni che pescano dalla tradizione romana, i cocktail sono affidati al palato e alle mani di Max La Rosa. Nella carta si legge subito la sua passione per i distillati italiani, i vermut in particolare, con una sezione dove si trovano diverse sfumature di Nergoni, dal “Piemontese”, al'”Piemontese Americano” passando per il “Conte Negroni”, poi l’Americano, un twist del’Milano Torino con del whisky giapponese e così via. Segue una sezione dedicata ai Martini, una per “Daisies Daisy & Cosmopolitan” e infine una sezione più personale, con i “Cocktail del Barman”, dove c’è anche il “Maratea”, drink nato da uno champagne sour riletto attraverso i sapori della terra natia di Max, la Lucania. Consigliato anche il Martinéz, servito per metà in un coppetta, per metà in un’ampolla circondata da ghiaccio, che per mette un refill alle giuste temperature. Nei mesi più caldi il momento perfetto per andare: aperitivo al tramonto, con un tavolo a prua, un drink in mano e assaggi dal buffet (14 euri per cocktail e un piatto grande), preparato dalla cucina, con panzanella e sformato di pasta con le melanzane che spiccano notevolmente. Da essere contenti se qualcuno decidesse di mollare gli ormeggi e puntasse verso il mare.