Santo

ZERO here: beve cocktail quando è a Trastevere.

Contacts

Santo Via della Paglia, 40
Roma

Time

  • lunedi 18–20
  • martedi 18–20
  • mercoledi 18–20
  • giovedi 18–20
  • venerdi 18–20
  • sabato 18–20
  • domenica 18–20

Please always check the reliability of the information provided.

Prices

Written by Nicola Gerundino il 4 November 2016
Aggiornato il 9 November 2016

Chi sono i santi di Trastevere? Ci sono i Santi Cosma e Damiano, fratelli (per alcuni gemelli) medici di origine mediorientale, perseguitati e decapitati da Diocleziano. San Callisto, papa col nome di Callisto I, attorno al quale si scatenarono controversie che addirittura generarono un antipapa, Ippolito. San Francesco di Sales, francese del XVII Secolo al quale poi Don Bosco intitolerà il suo oratorio e da cui proveranno i salesiani. Più in là Santa Cecilia, nobile romana convertita, anch’essa morta per decapitazione. E ce ne sarebbero molti alti, uno per ogni chiesa e per ogni via ad essa intitolata. Poi c’è un altro Santo, (auto)proclamatosi tale da qualche mese, fervente seguace dei miracoli di Gesù, specialmente di quelli riguardante la tramutazioni di liquidi in sostanze alcoliche – cocktail, per la precisione – e di quelli che narrano la moltiplicazione dei cibi da elargire agli affamati – seppure sotto forma di chevice, hamburger, tartare. La sua piccola sede di culto è in vicolo della Paglia, zona poco battuta, ma fornita di slarghi decisamente carini. Ci trovate un bancone, tavoli, sedie, soffitti alti, piante sospese e lampade a filo come piacciono ora. I testi sacri sono diversi e si applicano a diverse fasce di orario e di palato. Dall’Aperitif (€8) consigliamo la lettura dei salmi Bloody Japanese Mary (con pepe vanigliato, salsa di barbaforte e salsa di soia), JJ E J (Gin London Dry, sciroppo di zenzero e zenzero fresco, succo di limone e di arancia, orzata) e The Monk (con bitter di arancia e rabarbaro, vermut e sciroppo di vaniglia). Dalle lettere ai Twist on Classic (€ 10) scegliamo il Milano Torino Irlanda (con la particolarità di una schiuma di Guinness e bitter di rabarbaro) e da quelle ai Fresh & Aromatics il Mango Fizz (€10) (un sour a base di gin, succo di limone, sciroppo e purea di mango, chiara d’uovo) o un Tommy’s Camomille (tequila, Grand Marnier, sciroppo alla camomilla, succo di limone e alcune varietà di pepe). Infine, qualche canto di ringraziamento dal repertorio dei Mocktail (€ 8) per i fratelli che gradiscono analcolici. La bronza è finita, andate in pace.