Supporta San Lorenzo

#SupportailTuoQuartiere: mangia, bevi, sostieni la creatività e le attività sotto casa

quartiere San Lorenzo

Written by Chiara Colli il 14 February 2021
Aggiornato il 19 February 2021

Fai un brindisi alla salute di chi ti ha sempre portato i vini delle migliori cantine fin sotto casa; ordina da chi ti sfama a pranzo come all’alba; cambia e aggiungi un oggetto, un poster, un vaso realizzato da quell’artista che abita dietro l’angolo; ascolta la musica selezionata da chi ti è stato vicino fino all’ultimo battito di cassa; compra vinili e libri da chi ha ti aiuta a riempire di primizie i tuoi scaffali; sostieni le realtà che migliorano la qualità della vita del quartiere attraverso la partecipazione, lo sport e la sostenibilità ambientale. A piedi, in bici, on line o con semplici telefonate. Il tuo quartiere è ancora lì: SUPPORTALO!

A Roma, San Lorenzo è il quartiere della lotta antifascista e del fermento studentesco, oggi alle prese con i cortocircuiti di una gentrificazione al ribasso. Una sorta di gigantesco centro sociale incastonato tra la Stazione Termini, l’Università La Sapienza, il Cimitero Monumentale del Verano e lo scalo ferroviario, storicamente territorio e casa per spazi di solidarietà e socialità ma anche musica (non pochi i negozi di dischi, infatti), animato soprattutto dagli studenti e pieno zeppo di osterie, pizzerie e bar dai prezzi economici. A volte si ha la sensazione che San Lorenzo sia una bomba pronta a esplodere, ma in realtà è uno dei quartieri popolari di Roma che più ha bisogno di essere preservato e mantenuto in vita.

Il quartiere si è preso cura di noi tante volte, è giunto il momento di fare qualcosa per ricambiare.
Di seguito trovate una serie di attività, a cui vogliamo bene, che si sono reinventate o attrezzate per rimanere con noi, scopri cosa puoi ancora acquistare o come sostenerle

ndr: l’articolo sarà aggiornato con altre realtà del quartiere selezionate dalla redazione non appena queste apriranno o attiveranno servizi di delivery e asporto

Artisan

Il posto dove bere una buona birra a San Lorenzo ma soprattutto dove bere cose che difficilmente troverete in altri locali di Roma. Aperto dal 2014, è sinonimo di qualità (anche per la caffetteria) e di aggregazione. Supportateli (rigorosamente distanziati) provando il loro brunch, sono aperti il venerdì dalle 14 alle 18, sabato dalle 12 alle 18 e domenica dalle 15 alle 18. Consigliatissima la prenotazione e disponibile anche l’asporto.

Atelier Ultramoderno

Un negozio/laboratorio unico che si occupa di produzione, noleggio e vendita di abbigliamento di scena, storico ed eclettico di alta sartoria. Con i teatri chiusi l’attività dell’Atelier si è chiaramente ridotta, ma potete supportarli seguendo i loro workshop di sartoria base e intensivi pensati per imparare a usare la macchina da cucire, che si terranno in sicurezza negli spazi dell’Atelier nel mese di marzo. Maggiori informazioni scrivendo alla loro pagina Facebook.

Atletico San Lorenzo

L’associazione sportiva dilettantistica nata nelle vie e nelle piazze dell’omonimo quartiere, che si ispira ai principi dello sport popolare, promuovendo la pratica gratuita delle attività sportive attraverso un modello partecipato basato sull’autofinanziamento e l’autorganizzazione. Una delle realtà imprescindibili di aggregazione e sport per il territorio, che potete supportare sottoscrivendo la tessera dell’azionariato popolare o con una donazione, tutte le info QUI.

Civico Zero

Una Onlus che opera per fornire protezione, supporto e orientamento a minori e neo-maggiorenni stranieri soli in Italia che si trovano in situazioni di marginalità sociale e sottoposti a rischio di devianza, sfruttamento e abuso. Una delle realtà territoriali imprescindibili durante le emergenze sanitarie ed economiche, che è possibile supportare o diventando volontari o facendo una donazione.

Communia

Dal 2013, uno degli spazi sociali di autorganizzazione e mutuo soccorso cruciali per il quartiere e la città, ma anche un laboratorio per l’autoproduzione fuori mercato e la cultura indipendente. Negli spazi occupati, e riqualificati, delle ex Officine Piaggio. Durante quest’anno di emergenza sanitaria è stato protagonista di diverse attività solidali in favore della cittadinanza più fragile e delle numerose azioni contro lo sfratto del Nuovo Cinema Palazzo. Uno spazio che si batte contro la speculazione edilizia ma che ospita anche un’aula studio come Sharewood (libri, sedute, wi fi). Seguite la loro pagina FB per supportarli durante le diverse iniziative popolari e le raccolte di generi alimentari di prima necessità.

ESC Atelier

Eccedi – Sottrai – Crea: ESC Atelier è lo storico spazio autogestito da militanti e collettivi universitari, prima in via dei Reti e oggi in via dei Volsci. Il sapere alternativo, il precariato e l’immigrazione come punti focali del centro sociale. Come altri centri nevralgici dell’incontro tra politica, sociale e cultura, anche in tempi di pandemia e chiusure ESC ha continuato ad agire e tenere in vita il territorio, con raccolte alimentari, supporto massimo al Nuovo Cinema Palazzo e i corsi con la testata DinamoPress. Seguite anche la pagina FB Libera Repubblica di San Lorenzo per essere sempre aggiornati: progetti concreti e dove trovarli.

Farinè

Una piccola attività artigianale devota alla pizza con materie prime di assoluta qualità. Una pizza ad alta digeribilità con pasta madre viva e farine senza additivi chimici, accompagnata da vini italiani e birre estere (ma ci trovate anche pane, panetti di lievito, olio EVO e farine varie). Impasto lievitato 72 ore, fermentazioni sperimentali e tre formati di pizza: small, regular, large. Per tutte le tasche, per i palati più fini. Aperti a pranzo la domenica e tutte le sere per asporto e delivery (nel quartiere) dalle 19 alle 23. Qui i dettagli per essere sempre aggiornati.

Fondazione Pastificio Cerere

Il pastifico-semoleria Cerere nasce nel 1905 a San Lorenzo. Poi, dopo 55 anni di rigatoni e fusilli, cessa l’attività e viene “preso in gestione” dagli artisti che negli anni 70 bazzicano il quartiere. Nel 1984 Achille Bonito Oliva dà loro la sua benedizione con la collettiva “Ateliers” e, vent’anni dopo, si costituisce la fondazione. Il fulcro del progetto sono tutt’oggi gli artisti, giovani e promettenti, a cui fornisce un alloggio e di cui ospita talvolta le mostre, anche se tutt’altro che assenti progetti, collaborazioni e curatele provenienti dall’esterno. Ossigenate il cervello prenotando una visita (anche per consultare la biblioteca) ora che i musei sono aperti, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19.

Giufà

Una libreria indipendente nel cuore di San Lorenzo dove sentirsi magicamente a casa, che ha fatto scuola rispetto a un nuovo modo di intendere le librerie come luoghi di scoperta e incontro. Attiva da quindici anni sul territorio, propone un grande settore specializzato in graphic novel, fumetti e albi illustrati e un’ampia selezione di narrativa italiana e internazionale contemporanea. Dentro anche una caffetteria con prodotti biologici e tante presentazioni e incontri (al momento sospesi). Potete supportare questa realtà fondamentale per il quartiere ma anche per tutta la città andando a trovarli (lunedì-sabato 9:00/19:30, domenica 10:00-18:00) o visitando il loro shop online. Possibile anche la consegna a casa tramite Bookdealer.

The Gream Reaper Tattoo

Se ci fosse un all star dei tatuatori capitolini, la formazione ufficiale non sarebbe diversa da quella di Grim Reaper: Luca Mamone, Nello Rossini, Andrea Cuns, Scarful. Lo studio ha aperto da pochi anni, ma è diventato uno dei più quotati in città già dal giorno 1. Dopo qualche anno di militanza a Porta Portese, la sede ora è a San Lorenzo, quartiere dove Mamone ha mosso i primi passi con il mitico studio Santa Sangre. Tra le realtà creative che compongono il dna del quartiere, sono aperti dal lunedì al sabato dalle 13 alle 19. Occhio anche al merch sul sito, QUI.

Kiko Sushi Bar

Uno dei luoghi imprescindibili per il sushi a Roma, Kiko nasce nel cuore di San Lorenzo per esaltare l’arte e la cucina del maestro e artigiano Atsufumi Kikuchi – conosciuto per aver unito negli anni la tradizione della cucina giapponese a quella newyorchese. Dal martedì alla domenica, lo trovate aperto a pranzo dalle 13 alle 14:30 e a cena per asporto e delivery dalle 20 alle 23 (per prenotare 3457708538 o 06 94849822).

Libreria Anomalia

Una libreria e biblioteca anarchica, un “centro di documentazione” storico nel cuore di San Lorenzo, fondato decine di anni fa dal Collettivo Anarchico di via dei Campani. Ci trovate un’ampia raccolta di testi su marxismo, “nuova sinistra”, movimenti degli anni 70, lotta armata, femminismo, controcultura e storia del movimento operaio. In tempi non pandemici si ospitano anche numerosi incontri (su storia, politica, sociale, ecc) e piccoli concerti. In attesa che tornino gli appuntamenti in sede, potete supportare questo pezzo di storia di San Lorenzo andando a trovarli (lunedì 16-20, dal martedì al sabato 10-13/16-20, chiuso la domenica) e consultando il catalogo online (è possibile acquistare solo in negozio).

Luppolo12

Uno degli avamposti a San Lorenzo dove trovare ottime birre artigianali, sia in bottiglia sia alla spina. Nato nel 2012, oggi ospita ben sedici birre alla spina (di cui due a pompa) offrendo una continua rotazione delle varietà a disposizione, più una vasta selezione in bottiglia, per un totale di oltre 150 etichette diverse. Il pub è aperto tutti i giorni dalle 12 alle 18 (occhio anche al brunch del sabato, nella stessa fascia oraria, con prenotazione obbligatoria) per consumazione e per l’asporto di bottiglie, mentre le consegne sono attive la sera dalle 18 alle 20 (è anche disponibile la consegna in tutta Italia, per info e ordini contattateli su FB o IG). QUI e QUI il menù di bottiglie, lattine e fustini.

Il Mangiadischi

Il negozio di dischi come esperienza: Il Mangiadischi di Luca Caminiti è un ibrido tra negozio di dischi in vinile e birreria, ambiente piccolissimo dall’atmosfera accogliente e conviviale, dove scambiare due chiacchiere, sorseggiare birra e farsi consigliare buona musica direttamente dal negoziante, proprio come accadeva abitualmente qualche decennio fa. Uno di quegli spazi a misura d’uomo da preservare, che resiste dal 2016. Lo trovate aperto tutti i giorni dalle 14:30 alle 19:30, il sabato dalle 11.

Matèria

Nata nel 2015, Matèria è una galleria focalizzata sul contemporaneo in tutte le sue forme, con particolare attenzione al linguaggio fotografico e alle sue evoluzioni. Uno spazio focalizzato sul lavoro di giovani artisti emergenti, spesso coinvolti in programmi curatoriali, esposizioni ed eventi. Ora che i musei sono nuovamente aperti, andate a trovarli negli orari di apertura al pubblico (dal martedì al sabato dalle 11 alle 19) nella nuova sede, che aprirà in concomitanza con una nuova esposizione, la mostra personale di Stefano Canto, “Carie”, a cura di Giuliana Benassi e visitabile a partire dal 13 febbraio (su prenotazione).In un periodo di ripensamento delle formule abituali della fruizione dell’arte, Matèria amplia i suoi spazi per guardare al futuro e all’evoluzione del suo ruolo, sia a livello locale che internazionale.

Misto Mame

Il collettivo/piattaforma esce anche dal GRA tra collaborazioni e riverberi della loro attività, ma le sue radici restano nel quartiere che ospita l’appartamento/headquarter dove tutto è nato, San Lorenzo, da cui il cap 00185 che dà il nome alla radio online. Contaminarsi, confondere i contorni di suoni, esperienze, piattaforme e performance sono tra le peculiarità di Misto Mame e tra i motivi per cui è importante supportare giovani realtà come queste, attive nella produzione di dischi in digitale (anche con lo spin off/etichetta “screw wave” Riforma), ma anche nella divulgazione di suoni con i podcast su 00185FM, con la produzione di zines e la realizzazione di vari eventi in diversi spazi della città (quando possibile). Supportateli visitando il bandcamp di Misto Mame e Riforma.

NoWorking

Uno spazio-tempo d’arte, conviviale, pensato per trovare soluzioni attraverso azioni artistiche, civili e spirituali e comuni. Una realtà tra arte e socialità che non poteva che nascere a San Lorenzo, vista la volontà di sottrarsi alle logiche e relazioni economiche per immaginare nuovi futuri possibili. Un centro studi, di ricerca e formazione di comportamenti, dove prendono forma i progetti del collettivo Stalker: seguite le loro numerose attività, soprattutto online e itineranti.

Palestra Popolare San Lorenzo

Quel genere di realtà che vanno sempre supportate, ma in questo periodo di chiusure forzate e pochi spazi di aggregazione ancora di più. Come per altre realtà sociali e di quartiere simili, qui lo sport è inteso come forma di resistenza e aggregazione territoriale. Corsi bi e trisettimanali di autodifesa, arrampicata, karate, kickboxing, yoga, pilates, pugilato, thai boxe, taekwondo, a prezzi popolari. In attesa che si possa tornare a frequentare questi spazi, seguite le attività online e le iniziative sociali sul territorio della Palestra Popolare, in attesa di poter tornare a frequentare i loro corsi in persona (che sono aperti a tutt* adulti e bambin*, con obbligo di certificato medico. Iscrizione annuale 35 €, Mensile 45€, trimestre 105€):

Radio Onda Rossa

Dal 24 maggio del 1977, è la storica emittente militante di San Lorenzo che continua a resistere nell’etere romano e laziale, facendo informazione libera e restando l’unica emittente in FM ancora indipendente e fuori dai grandi network. Da sempre Radio Onda Rossa vive grazie alle iniziative nei centri sociali e alle sottoscrizioni di chi la radio l’ascolta, e in questo lungo anno senza eventi è importante mantenere in vita realtà come queste. Qui i diversi modi per sostenere la radio.

Sally Brown Rude Pub

Lo storico pub di San Lorenzo, aperto da ormai 20 anni, riferimento per le sottoculture ska, punk e reggae capitoline. Oltre a fiumi di birra, grandi dj set e serate a tema dedicate alle etichette che hanno fatto la storia di questi generi musicali. Attualmente è aperto tutti i giorni dalle 15 alle 18 e il sabato e la domenica dalle 12, con selezioni musicali ed happy hour a ogni ora.

San Lorenzo Family

San Lorenzo Family è un collettivo dove tutte le discipline urban sono rappresentate. In particolare il basket, poi la musica urban, le arti visive e i tatuaggi, le danze come il krump e l’hip-hop, il football e gli altri sport di lifestyle. SLF è cultura e socialità, SLF è un gruppo grandissimo di fratelli e sorelle di tutte le età, razze e colori che hanno la loro casa negli spazi del San Lorenzo playground, all’interno del Parco Sante De Sanctis. QUI per seguire le loro attività.

Scalo Playground

Dall’esperienza dell’Associazione Remuria, nata con l’ambizione di riqualificare territori e attivare energie locali integrandole con proposte culturali e aggregative di più ampio respiro, nel 2020 è stata realizzata la prima edizione di “Scalo Playground”, un festival nel cuore di San Lorenzo (sempre nel Parco Sante De Sanctis) incentrato su musica, spettacolo, cultura, sport, attenzione all’ambiente e dedicato alle realtà che animano il quartiere e che hanno voluto incrociare le proposte dell’associazione Remuria. Da maggio a ottobre, l’area è aperta dalla mattina con uno spazio attrezzato per lo studio all’aperto e con un centro estivo gratuito per i minori del quartiere. Dal pomeriggio, fino a sera, è stato possibile realizzare numerose attività culturali, spettacoli, presentazioni, performance live e praticare sport. QUI per seguirli.

Il Serpente Pub

Uno dei primissimi riferimenti per la birra artigianale a San Lorenzo, e continua ad esserlo. Circa dieci le vie, di cui una a pompa, con moltissimi prodotti italiani in rotazione più alcuni dal Nord Europa, specialmente quella di stampo anglosassone. Fornita anche la sezione distillati per gli shot della staffa, whisky in primis. Aperti tutti i giorni, distanziati e con mascherina, dalle 14:30 alle 18, sempre disponibile l’asporto per lattine e bottiglie.

Il Sorì

Una piccola bottega enogastronomica dove trovare vini naturali nazionali ed esteri, champagne e distillati di qualità e selezioni di salumi, formaggi e altro. Una creatura di Pasquale Liveri, nata anche per educare enogastronomicamente lo studentato della vicina Sapienza, con un bancone, un’altissima scaffalatura piena di bottiglie, tavolini sgabellati e una lavagna che segna le mescite. Potete supportarli andando a gustare un bicchiere di vino il lunedì dalle 16:30 alle 19:30 e dal martedì al sabato dalle 10 alle 13:30 e dalle 16:30 alle 19:30, ma sono attivissimi anche con servizio di asporto e delivery delle bottiglie su Roma e in tutta Italia.

This Is Not A Lovesong

TINALS è un’autoproduzione editoriale nata nel 2013 con la collana di cassettine illustrate accompagnate dal claim “ogni cassetta una canzone d’amore illustrata”. Dalla musica, l’immaginario pop a fumetti di tinals si è esteso ad altri ambiti (cinema e cultura pop in generale) ed espresso in altri formati, dalle VHS e i poster (oltre alle cassette) al merch “atipico”. Otto anni sul campo in cui TINALS ha coinvolto innumerevoli artisti italiani (quasi ogni prodotto pubblicato è stato disegnato da un artista diverso), riuscendo così ad creare un catalogo autori sconfinato che ben rappresenta al meglio il panorama artistico italiano attuale. Qui il ghiotto shop online.

Tomo

Nata come libreria scientifica, oggi, oltre a “introvabili” saggi di scienza, offre un ampio catalogo di narrativa, un reparto ragazzi che comprende anche giochi scientifici e un angolo caffetteria con disponibilità di wi-fi. La libreria è un luogo di incontro, di discussione, di scoperte, dove sedersi a chiacchierare e a leggere, fornitissima e a misura di studente, con bar per caffe (e spritz e birrette) e zona lettura dove preparare gli esami. Numerosi gli eventi (qui è possibile rivedere tutti gli appuntamenti ospitati) e ampia la proposta di “assaggi di scienza” letti da casa. Supportate questa libreria indipendente andando a trovarli (aperti tutti i giorni dalle 10 alle 20:30, la domenica 10-13, 16-19:30) o consultando il loro catalogo e ordinando online, possibile anche la consegna tramite Bookdealer.

Transmission

Per molti, San Lorenzo è stato a lungo il quartiere di Disfunzioni Musicali. Quel vuoto non è stato più colmato, ma da queste parti la musica trova ancora le sue forme espressive e i suoi luoghi (negozi di dischi, radio, spazi occupati). Transmission è ormai il più “anziano” dei negozi di dischi del quartiere e tra gli storici di Roma, con un’ampia selezione di rock in CD e LP e particolare attenzione a new wave, alternative, ristampe e pezzi da collezione (per le tasche che possono permetterselo). Qui lo shop online.

Ultrasuoni Records

Ultrasuoni è alla sua terza vita, dopo la nascita nel quartiere Monti e il passaggio a Ostiense con il progetto esteso di Städlin. Come vocazione ha preso l’eredità di quei negozi di dischi orientati verso l’elettronica e il djing, che sono state colonne portanti dell’esplosione della scena clubbing a Roma tra i 90 e l’inizio dei 2000. Orientato alla contemporaneità e all’underground, da Ultrasuoni trovate vinili house, techno, ambient, experimental, italo-disco e jazz, con nuovi arrivi ogni settimana. Aperto dal lunedì al sabato dalle 14 alle 20.