Villa Ada – Roma Incontra il Mondo 2019: il programma e i concerti da non perdere

'Nulla si sa, tutto s’immagina' - dal 18 giugno al 5 agosto la ventiseiesima edizione di Villa Ada - Roma incontra il Mondo torna ad animare l'estate romana con un cartellone composto da formazioni storiche, nuove proposte e contaminazione.

Written by La Redazione il 11 June 2019
Aggiornato il 13 June 2019

È la storica, grande rassegna musicale estiva romana il cui DNA è quello di contaminare generi e generazioni: dal 18 giugno torna per la ventiseiesima edizione Villa Ada Roma Incontra il Mondo, anche quest’anno con un cartellone trasversalissimo che ospiterà dal rock internazionale alla musica indipendente e il cantautorato made in Italy passando per la world music, con doppiette di peso come Calexico + Iron & Wine, I Hate My Village + ZU, Massimo Volume + Giardini di Mirò, Giuda + The Winstons, God Is An Astronaut + Mono, ma anche dEUS, Tinariwen, Garbage, Rival Sons, Riccardo Sinigallia e alcuni nomi caldi della scena italiana di questa stagione, tra cui Nu Guinea, Coma_Cose, Giorgio Poi, M¥SS KETA e Clavdio.

QUI, ogni mese, trovate i contest per entrare gratis a numerosi concerti della rassegna e c’è da scommettere che ci sarà qualche altra chicca in arrivo – restate sintonizzati su queste pagine per scoprirle…

Il tema scelto per festeggiare il giro di boa dopo le “nozze d’argento” di Villa Ada – Roma Incontra il Mondo sarà “Nulla si sa, tutto s’immagina”: doppia citazione che rimanda all’immaginario di Federico Fellini e Fernando Pessoa, nel tentativo di essere un punto di partenza verso la costruzione di un nuovo, possibile altro mondo. Una finestra dedicata ai grandi temi di attualità e costruita attorno a tre fili conduttori: pace, multiculturalità e sostenibilità ambientale.

Per quasi due mesi, sette giorni su sette, dal pomeriggio fino a tarda notte, il cuore verde di Roma batterà a ritmo di concerti, performance e dibattiti, con attività che spaziano dai campus estivi per bambini ai workshop, passando per una nuova area Wellness. Oltre ai numerosi concerti, le rive del laghetto infatti ospiteranno come ogni anno un programma culturale variegato e multidisciplinare, accessibile a tutti e in una logica no profit. Si ripete l’esperienza del D’Ada Park, l’area del festival ad accesso gratuito che ospiterà concerti (curati dal 30Formiche assieme al Poppyficio) e panel attraverso il coinvolgimento di alcune prestigiose realtà associative nazionali e capitoline, tra cui Mediterranea – Saving Humans. Connessi ai temi dei panel, si inaugura inoltre un ciclo di presentazioni di libri e graphic novel che si sono saputi distinguere nell’editoria di denuncia.

Tutto il programma lo trovate QUI.
E di seguito, una selezione delle date da non perdere secondo Zero.