lun 11.02 2019

Lee Ranaldo

Dove

Chiesa Evangelica Valdese
Via IV Novembre 107, Roma

Chi

  • Lee Ranaldo

Quando

lunedì 11 febbraio 2019
H 21:00

Quanto

€ 26/22 + d.p.

Contatti

Sito web

Organizzatore

Church Sessions

0:00
0:00
  • Xtina As I Knew Her

    Lee Ranaldo

  • Mountains of the Moon

    Lee Ranaldo

  • Thrown Over The Wall - Electric Trim Live at Rough Trade East

    Lee Ranaldo

Courtesy of Spotify™

Sono già passati più di otto anni dallo scioglimento dei Sonic Youth ed è inutile ribadire il vuoto che la band newyorchese ha lasciato, così come l’importanza che ha avuto nel definire il noise-rock, espandendo le possibilità espressive chitarristiche del rock intero.

Utile, invece, ricordare come, per fortuna, ci sia vita dopo i Sonic Youth, grazie a live e progetti solisti degli ex-membri. Se nella band Thurston Moore ha sempre incarnato l’animo “rock” (nell’accezione più punk del termine), Kim Gordon quello “arty” e tagliente, Lee Ranaldo è sempre stato lo storyteller beatnick, il flusso di coscienza totale. Un flusso presente tanto nelle sue canzoni più strutturate – come l’iconica “Wish Fullfilment” – quanto nelle astrazioni chitarristiche di feedback e drone, figlie del periodo passato a suonare con maestri dell’avanguardia come Rhys Chatam e Glenn Branca.

Lee conduce sempre in una dimensione narrativa speciale: lo sanno bene tutti quelli che, ascoltando per la prima volta “Goo” dei Sonic Youth, sono stati catturati dall’incredibile vortice sonoro di “Mote” – pezzo basato, fra l’altro, su un poema di Sylvia Plath. Ecco che non stupisce la scelta di fare un tour da solista intitolato “Songs & Stories”, in cui ripercorrere la propria carriera. Non un concerto qualunque, ma un happening intimo e raccolto in cui Lee ci mostrerà e racconterà filmati che vanno da Glenn Branca ai Sonic Youth fino alle sue ultime sperimentazioni, eseguirà pezzi dai suoi progetti (anche collaborativi) sia in acustico che in elettrico e, a fine concerto, si concederà in una chiacchierata con intervistatore e pubblico. Non potremmo chiedere di meglio.

Scritto da Marco Caizzi

Contenuto pubblicato su ZeroRoma - 2019-02-01