gio 21.03 2019 – sab 23.03 2019

Manifesto

Chi

  • James Holden
  • William Basinski
  • Capibara
  • Jolly Mare

Quando

giovedì 21 marzo 2019 – sabato 23 marzo 2019

Quanto

ingressi vari

Contatti

Sito web

0:00
0:00
  • Blackpool Late Eighties

    James Holden

  • Disintegration Loops (1.1 Excerpt I)

    William Basinski

  • Cattivi United

    Capibara

  • Future 4 Love - Jolly Mare Remix

    Jolly Mare

Courtesy of Spotify™

Un’edizione “espansa”. Potrebbe essere questa la parola chiave di Manifesto 2019, che quest’anno si estende nel tempo e nello spazio – tre giorni invece di due, altre due location oltre alla “base” di via Mirri – ma che, soprattutto, porta al Monk un’idea di elettronica ancor più di spessore, che si “espande” oltre il concetto di clubbing, confermando un’apertura verso la sperimentazione e i suoni contemporanei con una line up di alto livello.

Quarta edizione che vede tra le location lo spazio Contemporary Cluster con l’inaugurazione della mostra di Luca Pozzi e il dj set di Populous. Nella beneamata location del Monk, invece, si fluttuerà sulle frequenze ipnotiche dei maestri ambient/drone William Basinski e Lawrence English – che presenteranno la loro prima opera collaborativa “Selva Oscura”. Ai suoni fantasmatici dei due verranno contrapposti i colori electro-funk del leccese Jolly Mare (suonerà in anteprima i trip world del nuovo album), la bass globale in fullHD di Capibara (anche lui fresco di nuovo album), gli umidi riddims da giungla sudamericana del messicano El Buho e le suggestioni grime del torinese Mana.

Sabato ci sarà un appuntamento pomeridiano all’Istituto Ungherese con il prodigio di Gábor Lázár: staffilate digitali come spade di cristallo, colpi di laser dal phuturo sparati da ogni lato, una delle esperienze più fisiche e viscerali dell’attuale avanguardia elettronica. La sera invece si tornerà al Monk con lo sviaggio supremo di James Holden & The Animal Spirits per la prima volta nella Capitale: Holden al centro circondato dai suoi macchinari a dirigere un band (batteria fiati e percussioni) che coagula in un solo vortice multicolore minimalismo, elettronica, musica cosmica e spiritual jazz. Prima e dopo il pop hi-tech di Cocou Chloe, l’indietronica di Indian Wells e K-Conjog e, per soddisfare ogni nostro bisogno danzereccio, il dj set di G-Amp. Grazie Manifesto per garantirci ogni anno il giusto risveglio primaverile!

PROGRAMMA:

Giovedi 21 Marzo – Contemporary Cluster (ingresso libero)
Populous dj set
Intergalactic exhibition: Luca Pozzi, Alexandra Bavard, Gianluca Alla, MArtina Maccianti
La Gabbia Preview: performance di teatro contemporaneo + soundtrack live

Venerdì 22 Marzo – MONK
William Basinski & Lawrence English “Selva Oscura” live
Jolly Mare “Logica Natura” live premiere
El Buho live
Capibara a/v live
Mana a/v live

Sabato 23 Marzo (Day) – Accademia d’Ungheria in Roma (per abbonati early bird e full pass)
Gábor Lázár – “Unfold” Live
Talk a cura di Soundreef – Musica e Innovazione: come cambiano metodi di produzione e infrastrutture nella musica
Screening a cura di Manifesto delle Visioni Parallele

Sabato 23 Marzo (Night) – MONK
James Holden & The Animal Spirits live
coucou chloe live
Indian Wells special a/v set
K-Conjog a/v live
G-Amp dj set

VINCI CON ZERO

Zero e il Monk ti mandano gratis a Manifesto. Per partecipare al contest basta mettere like alla pagina di Zero Roma e inviare un messaggio specificando l’evento di riferimento e il proprio nome e cognome. I due vincitori (un abbonamento a testa) saranno scelti tra tutti coloro che avranno partecipato entro il 20 marzo e saranno gli unici a ricevere un messaggio di risposta (ricordiamo che per l’ingresso è comunque necessaria la tessera Arci).

Scritto da Marco Caizzi

Contenuto pubblicato su ZeroRoma - 2019-03-16