lun 01.05 2017 – sab 03.06 2017

Ville di Roma a porte aperte

Quando

lunedì 01 maggio 2017 – sabato 03 giugno 2017

Quanto

ingressi vari

Contatti

0645421593

Sito web

Decine di ville di Roma, molte delle quali private e normalmente inaccessibili, aprono al pubblico.

Lunedì 1 maggio
ore 10:15 Casino Pallavicini al Quirinale
Il Casino dell’Aurora fu costruito per volere del cardinale Scipione Borghese (1612-1613) dall’architetto fiammingo Giovanni Vasanzio. Nell’ambiente centrale sulla volta, tra il 1613 e il 1614, Guido Reni realizzò l’Aurora, espressione sublime del classicismo seicentesco. Nel Casino è sistemata parte della Collezione Pallavicini.
Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in Via XXIV Maggio, 43, all’ingresso.

Martedì 2 maggio
ore 10:45 Villa Lante al Gianicolo (apertura straordinaria)
Costruita secondo la tradizione sui resti della villa di Marziale, fu realizzata su disegno di Giulio Romano ed è, tra le ville romane, quella ad aver conservato più di tutte l’originario aspetto rinascimentale. La decorazione venne eseguita da Giovanni da Udine e completata da Valentin de Boulogne e Antonio Canova. La loggia panoramica con le sue aperture a serliana offre un emozionante panorama su Roma.
Prenotazione obbligatoria. Massimo 25 persone. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata e spese apertura Euro 15. App.to in Passeggiata del Gianicolo, 10.

Mercoledì 3 maggio
ore 10:15 Villa Chigi la Farnesina
La villa venne realizzata dal 1506 da Raffaello e Baldassarre Peruzzi per il banchiere senese Agostino Chigi. Per la completezza e l’armonia del disegno la villa è considerata la prima villa romana del Rinascimento. Le sale sono decorate dal Sodoma, Peruzzi, Giulio Romano, Beccafumi e Sebastiano del Piombo. In questa occasione avremmo modo di ammirare anche una mostra su Giovanni da Udine che ci permetterà di visitare le stanze private di Francesca Ordeaschi, per la prima volta aperte al pubblico. Prenotazione obbligatoria. Quota visita e biglietto Euro 16.00 (+65 anni Euro 15.00). App.to in Via della Lungara, 230.

Giovedì 4 maggio
ore 10:15 Villa Chigi a Vescovio (apertura straordinaria)
La villa fu realizzata dal 1763 per il card. Flavio Chigi, da Pietro Camporese il Vecchio mentre le pitture vennero affidate ad alcuni tra i migliori artisti del tempo quali Cataldi, Nubale, Rubini e Monaldi. Visiteremo i due piani della villa con le sale, il romitorio dipinto a tutta parete a trompe-l’oeil ed il giardino.
Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Massimo 25 persone. Quota visita guidata e spese apertura Euro 15.00. App.to in via di Villa Chigi, 24.

Venerdì 5 maggio
ore 15:15 Le stanze, lo studiolo e i giardini di Ferdinando a Villa Medici al Pincio
La villa, acquistata nel 1576 dal card. Ferdinando de’ Medici, è stata il prototipo di numerose ville romane ed oggi mantiene intatti uno dei rari esempi di giardini all’italiana. Nel 1804 passò alla Repubblica Francese che vi insediò la sede dell’Accademia che ancora oggi mantiene sia i giardini che gli interni in maniera perfetta.
Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata e biglietto d’ingresso Euro 16 (per chi ha meno di 60 anni, Euro 10). App.to in Viale Trinità dei Monti, 1, all’ingresso della villa.

Sabato 6 maggio
ore 10:45 I Giardini Colonna sul Quirinale
Visita ad un vero gioiello romano, il giardino Colonna sul Quirinale, che affonda le sue radici nell’antichità, quando l’intera zona era caratterizzata dalla presenza di resti monumentali di un grandioso tempio, risalente al III secolo d.C., denominato Tempio del Sole, tempio di Serapide e, da studi più recenti, Tempio di Settimio Severo dedicato a Ercole e Dionisio. Tra statue antiche, vasi di agrumi, sarcofagi romani e una splendida veduta su Roma ripercorreremo la storia del giardino e della Famiglia Colonna. Non mancherà la visita della splendida Galleria. Prenotazione obbligatoria. Quota Euro 28 (la quota comprende visita guidata, biglietti d’ingresso). N.B. La visita non sarà confermata in caso di pioggia. App.to in P.zza SS. Apostoli, 66.

Domenica 7 maggio
ore 10:45 Casino Massimo-Lancellotti
Il casino venne realizzato a partire dal 1605 da Vincenzo Giustiniani. Nel XIX sec. le sale vennero affrescate da un gruppo di pittori del nord Europa chiamati Nazareni, tra i quali J.F. Overbeck. Dopo il 1871 il giardino della villa fu lottizzato e sull’area fu costruito un nuovo convento dei Frati Minori. Solo il casino Massimo venne salvato. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in Via M. Boiardo, 16.

ore 16:15 Villa Giulia
Fu costruita da papa Giulio III Ciocchi Del Monte (1550-55) per farne la sua residenza sulla via Flaminia, poco oltre le mura urbane di Roma. Fu dato incarico per il progetto ai più importanti architetti dell’epoca: il celebre Giorgio Vasari, Bartolomeo Ammannati ed infine Jacopo Barozzi detto il Vignola. Dopo aver assunto vari usi (ospedale, scuola veterinaria, caserma), nel 1889 venne destinato a Museo d’Arte Etrusca.
Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10 (biglietto d’ingresso gratuito). App.to in p.le Villa Giulia 9.

Lunedì 8 maggio
ore 10:15 Casino nobile di villa Carpegna (apertura straordinaria)
La villa venne edificata alla fine del ‘600 dal card. Gaspare Carpegna su modelli del XVI sec., con torrette laterali e un androne centrale che conduceva ai giardini posteriori conservati. Gli interni, restaurati nel 2002, conservano le decorazioni originarie delle sale, della galleria e della cucina, perfettamente conservata.
Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata e biglietto d’ingresso Euro 13. App.to in Piazza di Villa Carpegna, all’ingresso.

ore 15:45 Villa Maraini (apertura straordinaria)
Sull’area occupata dall’antica villa Ludovisi, l’industriale Emilio Maraini affidò nel 1905, la nuova costruzione al fratello Otto, architetto, autore dell’hotel Excelsior. Caratteristica della villa nonché segno distintivo da lontano, è la torre belvedere alta 26 metri, da dove si gode una splendida vista su Roma.
Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata Euro 10. App.to Via Ludovisi, 48.

Martedì 9 maggio
ore 15:15 Villa Astalli (apertura straordinaria)
La villa Astalli è una delle tre ville barocche sopravvissute all’urbanizzazione ottocentesca dell’Esquilino, e si distingue per i suoi bei busti. La facciata preserva l’elegante decorazione originale con le targhe in stucco delle finestre e busti entro ovali. All’interno, nella sala principale, si può ammirare un pregevole fregio con paesaggi fantastici e quattro stemmi Astalli. In un’altra ala dell’edificio è anche ospitata una pregevole cappella realizzata in epoca moderna. Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata e offerta Euro 10. App.to in Via E. Filiberto, 104.

Mercoledì 10 maggio
ore 10:45 Itinerario sulla Villa del Marchese di Palombara e le altre ville scomparse dell’Esquilino
Visita itinerante sull’esquilino per conoscere la storia e le vicende della villa del Massimiliano Palombara, marchese di Pietraforte alla metà del Seicento. La villa venne demolita alla fine dell’Ottocento e alcuni reperti – tra i quali la celebre Porta Magica di piazza Vittorio – furono ricollocati in altre aree.
Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in Piazza Dante, al palazzo delle Poste.

Giovedì 11 maggio
ore 10:15 Villa Barberini al Gianicolo (apertura straordinaria)
Questa villa venne realizzata sopra uno dei bastioni a protezione della Porta Santo Spirito, sui margini del colle del Gianicolo. Prende il nome dal prefetto di Roma, Taddeo Barberini, che vi abitò fino al 1645, anno della sua fuga in Francia. Nel 1653 il figlio Carlo, riprese i lavori di abbellimento affidandoli al Bernini e a G.B. Contini. Del periodo è il magnifico affresco della galleria. Dal giardino e dalla terrazza superiore si gode uno splendido panorama su Roma. Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in Borgo Santo Spirito, angolo via dei Penitenzieri.

sabato 13 maggio
ore 10:45 Villini Eclettici e Liberty del Quartiere Nomentano
Passeremo in rassegna edifici noti e meno noti firmati da grandi architetti: Il villino Berlingieri, realizzato nel 1911 per il barone Arturo Berlingieri da Pio Piacentini, padre del più celebre Marcello; il villino Ximenes firmato dal grande artista palermitano; la villa Alberoni, di gusto eclettico e molti altri
Prenotazione obbligatoria. Quota visita Euro 10. App.to via Lazzaro Spallanzani, angolo via Bartolomeo Eustachio.

ore 17:15 Villini Liberty di Prati di Castello
L’intero rione Prati, nel quadro dell’urbanizzazione dei primi anni del Novecento, fu scelto tra le aree in espansione previste dal Piano Regolatore, per la costruzione di affascinanti villini, molti dei quali in stile Liberty per il ceto borghese. Questi caratteristici edifici si svilupparono fino al 1920, non solo in stile Liberty ma anche eclettico e neo- medievale, quali il villino Cagiati, il villino Vitale affrescato da Duilio Cambellotti, il villino Brunialti.
Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to Piazza della Libertà, angolo Via V. Orsini.

Domenica 14 maggio
ore 10:45 La Casina delle Civette
Una visita ad una tra le più fantasiose ed inusuali costruzioni della città, la Casina delle Civette, ideata nel 1840 da Giuseppe Jappelli su commissione del principe Alessandro Torlonia. Così chiamata per la vetrata ideata ed eseguita da Duilio Cambellotti nel 1914, fu residenza fino al 1938 del principe Giovanni Torlonia jr. Le ultime significative modifiche vennero apportate nel 1917 dall’architetto Vincenzo Fasolo, che elaborò elementi in stile Liberty. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. Biglietto d’ingresso escluso (per i cittadini residenti nel territorio di Roma Capitale, mediante esibizione di valido documento che attesti la residenza. Euro 5 intero, Euro 4 ridotto. App.to in Via Nomentana, 70.

ore 17:00 I Villini del Quartiere delle Vittorie
Il quartiere corrisponde a quella che, ad inizio ‘900, era l’inurbanizzata zona della Piazza d’Armi, dove si tenevano le esercitazioni militari delle vicine caserme. È dopo la I Guerra Mondiale che prese il nome “Delle Vittorie ed è, nel corso degli Anni Venti, che sarà definito il tracciato urbano del quartiere grazie alla collaborazione tra l’allora sindaco Nathan e l’ingegnere Sanjust di Teulada. Il primo gruppo di villini fu edificato con un gusto rinascimentale-barocco. Un secondo nucleo nacque dalla collaborazione tra la cooperativa di artisti, ARS e l’architetto Enrico del Debbio. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to a Piazza delle Cinque Giornate.

Martedì 16 maggio
ore 15:15 I Giardini segreti di Trastevere (apertura straordinaria)
Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata Euro 12. App.to in via San Francesco di Sales, 18.

Mercoledì 17 maggio
ore 11:15 I Giardini Corsini alla Lungara e l’Orto Botanico
L’attuale Orto Botanico di Roma ha sede nello storico giardino della Villa Corsini, edificata alla fine del XV sec. dai nipoti di Sisto IV ed acquistata, nel 1730, dalla famiglia Corsini. Nel XVII secolo il palazzo era stato abitato da Cristina di Svezia, la quale avrebbe ospitato nel giardino le prime riunioni della che Accademia dell’Arcadia. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata e biglietto d’ingresso Euro 10.00 (min. 20 pax.). App.to in Largo Cristina di Svezia, 24. Nascosti nel cuore del rione Trastevere, in uno degli angoli più affascinanti e remoti, si cela dietro un alto portone una realtà storica ed artistica di assoluto interesse. Si tratta di un grande ed insolito giardino che si inerpica sul colle del Gianicolo e che apparteneva al nucleo più antico della villa Lante. Oggi inglobato all’interno di un monastero, il giardino consta di una parte formale, alberi d’alto fusto, aree sempreverdi, suggestive rocce a scogliera con nicchie e resti di serre. La visita proseguirà all’interno del monastero dove, superato uno scalone, accederemo in una piccola chiesa, il Sacro Cuore, la prima chiesa neo-gotica a Roma. Decorata con pilastri polistili, finestre, volte a crociera e decorazioni pittoriche di rara bellezza, quest’architettura stupirà per l’armonia dell’insieme.Prenotazioni: Tel. +39.06.45421593 – redazione@turismoculturale.org

Giovedì 18 maggio
ore 15:45 La Villa dei Cavalieri di Malta all’Aventino (apertura straordinaria)
La Villa sorge sull’Aventino, nel luogo che nel X secolo era occupato da un monastero passato poi ai Templari e successivamente agli Ospitalieri e quindi all’Ordine di Malta, quale sede del loro Priorato. Nel 1765 Piranesi orchestra il complesso, ristrutturando la chiesa che oggi conserva lo splendido altare, il cenotafio dello stesso Piranesi, alcune antiche tombe dei Cavalieri e le bandiere delle otto lingue poste lungo la navata. Splendido il giardino con alberi d’alto fusto, parterre, il celebre viale con la prospettiva su San Pietro e la Coffehaus con gli stemmi dei Gran Maestri. Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Massimo 25 partecipanti. Quota visita guidata e spese di apertura straordinaria Euro 16. App.to in Piazza dei Cavalieri di Malta.

Venerdì 19 maggio
ore 17:00 I Villini del Castro Pretorio
Un nuovo itinerario per scoprire un brano di Roma di fine ‘800 e inizi ‘900 quando la nuova classe borghese e quella industriale, ma anche artisti ed aristocratici stabilitisi a Roma, decisero di risiedere nel quartiere del Castro Pretorio. Scopriremo le vicende che portarono alla costruzione di edifici di pregio quali villa Cumbo, Manziferri, Gamberini. Prenotazione obbligatoria. Quota Euro 10. App.to in piazza dell’Indipendenza, al Corriere dello Sport.

Sabato 20 maggio
ore 10:45 Passeggiata a Villa Borghese: la Casina di Raffaello, l’Arancera Borghese e la Fortezzuola Canonica
Un itinerario in Villa Borghese per ammirare alcuni edifici inseriti nella meravigliosa cornice naturale della Villa. Passeremo in rassegna la cosiddetta Casina di Raffaello, l’Arancera Borghese che ospita una raccolta d’arte donata da Carlo Bilotti e la residenza – atelier che fu dello scultore Canonica, chiamata per il suo aspetto la Fortezzuola. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to Viale Fiorello la Guardia al museo Carlo Bilotti.

ore 15:45 I Villini del Rione Sallustiano
Un itinerario alla scoperta del quartiere Sallustiano attraverso le ville realizzate a cavallo del Novecento con gusto artistico ed architettonico che spazia dall’Eclettico al Liberty. Veri gioielli realizzati per la nobiltà, la borghesia e il mondo imprenditoriale, non solo capitolino. Passeremo in rassegna i villini Casati, Berti, Franzosini, Pignatelli, Primoli, Rasponi, Florio, Rattazzi, Spierer e Boncompagni, entrando all’interno di quest’ultimo.
Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in Piazza Sallustio, angolo Via Sallustiana.

Domenica 21 maggio
ore 10:45 Villa Papale alla Magliana (apertura straordinaria)
La sua vicinanza al fiume Tevere, la ricchezza di vegetazione e di selvaggina per battute di caccia e la facile raggiungibilità da Roma sono gli elementi che caratterizzarono la scelta di questo sito quale prima residenza papale fuori porta. Autore fu l’illuminato pontefice Sisto IV che intorno al 1480 ne iniziò la costruzione. Nel ‘500 vi misero mano i successivi pontefici, con aggiunte architettoniche e decorative.
Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota Euro 10. App.to Via L. E. Morselli, 11

Martedì 23 maggio
ore 10:15 Villino Crespi (apertura straordinaria)
Villa Crespi fu costruita nel 1907 per il comm. Domenico Crespi e già nel 1937 era sede del Conservatorio di Sant’Eufemia. All’interno si ammirano opere artistiche legate alle vicende del Conservatorio conservate tra belle sale. Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata e contributo d’ingresso Euro 14.00. App.to in Via G. A. Guattani, 17

ore 15:15 Villa Mirafiori
La villa fu realizzata lungo la via Nomentana dal 1874 per Rosa Teresa Vercellana, contessa di Mirafiori e Fontanafredda, prima amante e poi moglie morganatica di Vittorio Emanuele II. I lavori di sistemazione dei giardini vennero intrapresi dal giardiniere di casa Savoia che vi piantò alberi secolari e disegnò un elegante giardino con laghetto artificiale. Parzialmente trasformata a seguito di aggiunte, conserva comunque ben visibile il disegno e le linee originali Alcune sale interne recano ancora le decorazioni parietali del periodo. La villa è stata utilizzata quale set nella lavorazione di film di Luchino Visconti e Liliana Cavani.
Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in Via Carlo Fea, 2.

Giovedì 25 maggio
ore 10:15 Giardini e Cortili segreti (apertura straordinaria)
Un percorso per scoprire alcuni piccoli lembi di verde nascosti dietro alte facciate di palazzi ed edifici di carattere religioso. L’itinerario ci condurrà al cosiddetto giardino degli aranci dell’Oratorio dei Filippini, nel giardino segreto del complesso monumentale dei Piceni a San Salvatore in Lauro ed infine nella fastosa scenografia di Palazzo Taverna. Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota visita Euro 10.00. App.to p.zza dell’Orologio.

ore 15:15 Casino nobile di Villa Mattei (apertura straordinaria)
La villa di Ciriaco Mattei venne costruita su un’antica vigna dall’architetto Giacomo Del Duca il quale compì anche un riordino della collezione di scultura antica del Mattei, collocandola nel giardino dove. Visiteremo l’interno del casino nobile che ospita antichi mosaici romani e importanti affreschi nelle volte dei saloni.
Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota visita Euro 10. App.to p.zza della Navicella

Venerdì 26 maggio
ore 10:15 Casino dell’Aurora Boncompagni-Ludovisi (apertura straordinaria)
Irrinunciabile occasione per ammirare uno dei luoghi più segreti di Roma. Il Casino costituisce quanto rimane oggi dell’immensa villa del cardinale Ludovico Ludovisi e custodisce il celeberrimo “Carro dell’Aurora” del Guercino, capolavoro del maestro emiliano. Al piano nobile, sulla volta del gabinetto si trova un dipinto ad olio con segni zodiacali riconosciuto come l’unica opera su muro del Caravaggio. Ancora oggi privata, il Casino è l’unico edificio sopravvissuto della distrutta e celebre villa Ludovisi. Prenotazione obbligatoria con pagamento anticipato entro il 19/05. Massimo 30 persone. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata e spese apertura Euro 29. App.to in Via Lombardia 44.

ore 17:30 Villini di Monteverde Vecchio
Un nuovo itinerario tra i graziosi villini realizzati ai primi del Novecento nell’allora nuovo quartiere di Monteverde Vecchio, creato in seguito al piano del Sanjust del 1909. Passeremo in rassegna una serie di piacevoli ed interessanti edifici dai gusti eclettici, romantici e neomedievali che caratterizzano molte delle strade del bel quartiere. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in Via A. Poerio, angolo via Ugo Bassi.

sabato 27 maggio
ore 10:45 I Giardini Colonna sul Quirinale
Visita ad uno dei tanti gioielli romani, il giardino Colonna sul Quirinale, che affonda le sue radici nell’antichità, quando l’intera zona era caratterizzata dalla presenza di resti monumentali di un grandioso tempio, risalente al III secolo d.C., denominato Tempio del Sole, tempio di Serapide e, da studi più recenti, Tempio di Settimio Severo dedicato a Ercole e Dionisio. Tra statue antiche, vasi di agrumi, sarcofagi romani e una splendida veduta su Roma ripercorreremo la storia del giardino e della Famiglia Colonna. Non mancherà la visita della splendida Galleria. Prenotazione obbligatoria. Quota Euro 28 (la quota comprende visita guidata, biglietti d’ingresso). N.B. La visita non sarà confermata in caso di pioggia. App.to in P.zza SS. Apostoli, 66.

ore 16:50 Villa Poniatowski
La villa originariamente faceva parte del vasto complesso di Villa Giulia. Nel 1781 fu acquistata dal principe polacco Stanislao Poniatowski per farne la sua residenza romana. Il Poniatowski affidò i lavori al celebre architetto Giuseppe Valadier che si occupò non solo del piano di abbellimento generale della villa ma anche della relativa sistemazione del vasto giardino tenendo conto della disposizione degli edifici in rapporto agli oggetti antiquari, sparsi tra i viali. Prenotazione obbligatoria. Quota visita e biglietto d’ingresso Euro 18. App.to p.le di Villa Giulia, 9, all’ingresso.

Domenica 28 maggio
ore 10:15 Casino Nobile di Villa Torlonia
Costruito da Caretti e Valadier per i Torlonia, il casino nobile della villa, dopo anni di restauro, è una delle maggiori testimonianze neoclassiche a Roma. Dal 1925 il Casino divenne residenza di Benito Mussolini che fece aggiungere alla costruzione due bunker, collegati alla Sala Ipogea. Gli interni si presentano in tutta la loro sfavillante bellezza e ricchezza, decorati da affreschi, stucchi, marmi che decorano entrambi i due piani dell’edificio. Splendida la sala centrale a tutt’altezza. Dopo la caduta del regime la villa fu occupata dagli alleati che vi posero il loro comando. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10 (bgt. d’ingresso escluso). App.to in Via Nomentana, 70.

ore 15:45 Villino Andersen
Il villino fu abitato fino al 1940 dallo scultore norvegese naturalizzato statunitense, Hendrik C. Andersen che vi realizzò sculture, dipinti, disegni e modelli. Presenta una notevole decorazione a stucco in stile neorinascimentale esterna ed all’interno vi sono conservate numerose opere dell’artista.
Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to via P. S. Mancini, 18/24.

Lunedì 29 maggio
ore 15:45 Villa Aurelia – Farnese al Gianicolo (apertura straordinaria)
La Villa fu edificata dal Cardinal Girolamo Farnese alla sommità del Gianicolo, lungo le mura Aureliane e in prossimità della Vigna Farnese. All’estinzione dei Farnese passò ai Borbone di Napoli e durante la battaglia del Gianicolo fu sede del comando di Garibaldi. Dopo numerosi passaggi di proprietà, venne donata al governo degli Stati Uniti per destinarla a sede dell’accademia. E’ stata recentemente restaurata, sia nelle decorazioni interne che nel giardino. Prenotazione obbligatoria entro il 22/05. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata e spese apertura Euro 23. App.to in Via Angelo Masina, 5

Martedì 30 maggio
ore 10:45 Villino Ximenes (apertura straordinaria)
Ettore Ximenes, scultore siciliano, nel 1900 con l’amico Ernesto Basile progettò la casa-studio, con una fantasiosa decorazione esotica. Il salotto, l’atrio, il foyer e la straordinaria sala da pranzo arredata ancora con i mobili d’epoca, ne fanno uno dei luoghi più rappresentativi del Liberty a Roma.
Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Quota visita guidata Euro 12. App.to in Via Celso, 1.

Mercoledì 31 maggio
ore 15:45 La Villa dei Cavalieri di Malta all’Aventino (apertura straordinaria)
La Villa sorge sull’Aventino, nel luogo che nel X secolo era occupato da un monastero passato poi ai Templari e successivamente agli Ospitalieri e quindi all’Ordine di Malta, quale sede del loro Priorato. Nel 1765 Piranesi orchestra il complesso, ristrutturando la chiesa che oggi conserva lo splendido altare, il cenotafio dello stesso Piranesi, le tombe dei Cavalieri e le bandiere delle otto lingue. Splendido il giardino con antichi alberi d’alto fusto, parterre sempreverdi, il celebre viale con la prospettiva su San Pietro e la Coffehaus con gli stemmi dei Gran Maestri. Prenotazione obbligatoria. Visita con apertura straordinaria. Massimo 25 partecipanti. Quota visita guidata e spese di apertura straordinaria, Euro 16. App.to in Piazza dei Cavalieri di Malta.

ore 17:30 Villini Eclettici e Liberty del Quartiere Trieste e Coppedè
Un itinerario per approfondire la conoscenza del vasto repertorio artistico-architettonico romano nell’area sorta tra piazza Caprera e il quartiere Coppedè, incontrando piccoli e grandi gioielli dell’architettura civile residenziale tra cui spiccano i deliziosi villini sorti nell’area di piazza Mincio, il più famoso dei quali, il Villino delle Fate, magnificamente decorato da pitture a carattere storico, il pregevole villino affrescato con scene di cavalieri medievali in corso Trieste. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in piazza Trasimeno, angolo via Clitunno

Giovedì 1 giugno
ore 10:15 Casino Pallavicini al Quirinale
Il Casino dell’Aurora fu costruito per volere del cardinale Scipione Borghese (1612-1613) dall’architetto fiammingo Giovanni Vasanzio. Nell’ambiente centrale sulla volta, tra il 1613 e il 1614, Guido Reni realizzò l’Aurora, espressione sublime del classicismo seicentesco. Vi è sistemata parte della Collezione Pallavicini con busti e statue antiche. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in Via XXIV Maggio, 43, all’ingresso.

Venerdì 2 giugno
Ore 10:50 Passeggiata tra le Ville del Gianicolo
Un percorso sul Gianicolo per conoscere e scoprire il vasto impianto di ville, casini e giardini costruiti sulla sommità del colle. L’itinerario passerà in rassegna il Villino Spada, la Villa Viani-Giraud, la Villa Aurelia-Farnese, la Villa del Vascello per concludersi all’Arco dei Quattro Venti, realizzato sul luogo ove sorgeva il magnifico casino Corsini. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to al Fontanone del Gianicolo

Sabato 3 giugno
ore 15:15 Il Casino de Rossi a Trastevere (apertura straordinaria)
Visita al Casino de Rossi alla Lungara, un edificio poco noto ma interessante per articolazione e decorazione. Si tratta di un edificio realizzato lungo il pendio del colle del Gianicolo e circondato da giardini ubicati immediatamente sotto i muraglioni delle rampe gianicolensi. Questa pregevole costruzione fu edificata sopra un mitreo del III secolo e si compone di due giardini impostati su due livelli, abbelliti da fontane e terrazzamenti con panorama sulla città. Prenotazione obbligatoria. Quota visita guidata Euro 10. App.to in via delle Mantellate 11/a.

Scritto da Alberto Asquini