Ma Che Siete Venuti A Fa'

Zero qui: è dove tutto è iniziato.

Contatti

Ma Che Siete Venuti A Fa' Via Benedetta, 25
Roma

Orari

  • lunedi 11–02
  • martedi 11–02
  • mercoledi 11–02
  • giovedi 11–02
  • venerdi 11–02
  • sabato 11–02
  • domenica 11–02

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Arrigo Razzini il 27 maggio 2015
Aggiornato il 13 luglio 2017

Il tempio sacro della birra artigianale a Roma, conosciuto ovunque in città e da diversi anni ai vertici delle classifiche internazionali di Ratebeer come miglior pub. Senza il lavoro di Manuele Colonna e Fabio Zaniol, l’eco dell’artigianale non sarebbe così potente, a Roma come in buona parte d’Italia. Un buco di pochi metri quadri, sempre pieno di assetati, dove però c’è tutto quello che un pub deve offrire: musica, chiacchiericcio diffuso e cazzeggio facile. E ottime birre, chiaramente. L’offerta centrata sui prodotti italiani, ma senza dimenticare l’estero: «L’Italia è cresciuta tantissimo, in maniera straordinaria, basta pensare che il Ma Che spesso ha quasi tutta la linea coperta da birre italiane, cosa che fino a pochi anni fa era impensabile», dice Manuele. Da avventore della prima ora, mi ricordo infatti di due varietà del Birrificio Italiano: Bibock e Tipopils (inossidabili, ancora oggi sono alla spina). Il resto veniva tutto dall’estero: Belgio, Germania etc. In questo autentico turbine di offerta crescente, il Ma Che rappresenta un faro fermo e deciso, dove quello che si beve viene ancora testato sul campo: «Scegliamo le birre bevendole, sul posto di origine specialmente. Abbiamo iniziato ad avere rapporti diretti con i primi birrai nel 2003 e fu una soddisfazione straordinaria portarci a casa le birre bevute nei nostri viaggi alla scoperta di piccoli produttori». Dal basso dei nostri fegati, vi glorifichiamo.