La Punta Expendio de Agave

Zero qui: beve mezcal e mangia tacos.

Contatti

La Punta Expendio de Agave Via di Santa Cecilia, 8
Roma

Orari

  • lunedi 12:30–15:30 , 18:30–02
  • martedi 12:30–15:30 , 18:30–02
  • mercoledi 12:30–15:30 , 18:30–02
  • giovedi 12:30–15:30 , 18:30–02
  • venerdi 12:30–15:30 , 18:30–02
  • sabato 12:30–15:30 , 18:30–02
  • domenica chiuso

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Cucina

Prezzo

«Quello che ci piace raccontare sempre è che i due elementi più importanti del mezcal sono il terroir, come per i vini, e il tempo, come per il whisky: i 35 anni che ci vogliono per far crescere alcune piante per noi sono come i 35 anni di invecchiamento in botte». Un paio di mesi prima dell’apertura ho avuto la fortuna di farmi raccontare per filo e per segno il progetto La Punta dai suoi due mentori, Cristian Bugiada e Roberto Artusio, e credo che in questa frase risieda tutto il fascino che può generare la distillazione messicana legata all’agave: ogni prodotto è unico perché tutto può influire sul suo sapore, dalla composizione del terreno al meteo durante il processo di cottura, agli anni di maturazione della pianta, l’agave. Difficile riuscire a trasmettere una tale complessità legata al territorio, ma devo dire che con La Punta ci si è riusciti: centinaia di bottiglie tra mezcal e tequila dove sono i piccoli produttori artigianali a farla da padrone, miscelazione di alto livello – le scuole sono quelle del Jerry Thomas e del Freni&Frizioni, costole genitrici di questo progetto – così come la cucina, che vi costringerà a riscrivere la vostra idea di cibo messicano. Essendo la distillazione messicana un territorio per lo più sconosciuto, è più che mai valido il suggerimento di farsi guidare nel proprio percorso degustativo, magari cominciando da un cocktail più familiare al palato per poi arrivare a un mezcal o tequila liscio. Per i drink si parte dalle Micheladas, ovvero delle birre “modificate”, anche con ghiaccio, per essere rese più fresche e dissetanti – ad esempio la Cerveza Roja, con succo di limone e di pompelmo, soda e sale. Si prosegue con dei miscelati tipici del Messico come la Paloma (Tequila, succo e soda di pompelmo, succo di limone e miele di agave) o la Batanga (tequila, limone e Coca-Cola); o con dei cocktail “tradizionali” come il Margarita o il Tequila Sunrise. Infine, si arriva alle ricette della casa, dove il tasso di godimento si espande all’infinito, vedi il Mala Education (mezcal, pompelmo, rabarbaro, miele di agave, bitter di habanero) o il Metl-Ixcalli (mezcal, ananas, limone, miele d’agave, bitter di habanero). Per il cibo tappe obbligate i tacos di carne e il pollo in salsa mole.