Clubbing: il meglio del 2016 a Roma raccontato dai protagonisti della città

Un anno di clubbing a Roma, raccontato da chi la notte la fa e la organizza.

Scritto da La Redazione il 20 dicembre 2016
Aggiornato il 9 gennaio 2017

Dove andare e cosa fare ve lo diciamo per 365 giorni. Ma per uno Zero che vi dà le sue dritte c’è anche un club che apre le sue porte, un tecnico che si prende cura dell’impianto e dei piatti, un driver che va a prendere gli artisti in aeroporto, un resident che è il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare, un grafico, un pr e via discorrendo. Questo spazio è dedicato a tutto il mondo che c’è dietro una serata e ai rispettivi, tanti, bilanci di fine anno. A ognuna delle realtà interpellate abbiamo chiesto di presentarsi e di dare un commento della stagione appena passata. Li ringraziamo per la collaborazione e per averci fatto ballare un anno intero, con l’augurio che il 2017 non sia da meno.

Algoritmo

«Francois X: Gli abbiamo affidato la consolle dal primo all’ultimo disco e ha fatto un set di 7 ore partendo con il primo disco reggae, è stata una vera e propria esperienza musicale. SNTS: un tripudio di suoni e vibrazioni, un live estremamente coinvolgente. Marco Shuttle: puntare sugli italiani è una missione e Marco rappresenta uno dei migliori esponenti del momento riguardo il nostro genere; dj set quasi interamente in vinile, tecnicamente impeccabile e con una selezione che è arrivata fino ad Aphex Twin. Mental Modern Showcase: Un viaggio mentale degno del nome dell’etichetta, con dj set di alto livello tecnico tra 2 piatti e 3 cdj. Abdulla Rashim: Poco da dire, il nome dice tutto».

algoritmologoUnderground Techno based in Rome. Ogni sabato al Vicious si punta su nomi di qualità, pescati a Roma, in Italia e infine all’estero, con un paio di artisti di spessore internazionale ogni mese. Dall’una fino al mattino. No foto, no video. facebook.com/algoritmoroma

 

 


 

Amen

«Quello che si conclude è il secondo anno di AMEN. Tirando le somme, ci attribuiscono di proporre “altro” e anticipare i tempi: la nostra linea artistica verticale – come direbbe qualcuno che ne sa ben più di noi – inizia ad essere riconosciuta non più dai soli addetti ai lavori, quindi siamo molto soddisfatti di come ci stiamo muovendo e di come sta progredendo il nostro progetto. L’unica nota stonata è che ci siamo dovuti fermare per qualche mese proprio nel momento di maggiore crescita -causa spostamento a New York – ma ci rivediamo a febbraio con un sorpresone!».

amen-logoAmen è ricerca dell’avanguardia e dell’ultracontemporaneo, che non per forza risiedono nel futuro. È mutazione, sperimentazione e contaminazione continue, attraverso l’esplorazione dei più reconditi angoli di universo urbano (Roma compresa, se non in primis), alla scoperta di suoni vivi, capaci di trasformarsi in “the next new thing”. facebook.com/AMENnite

 


 

Amigdala

«2016: 10 anni di Amigdala. Un anno importante, vissuto tra l’Ex Dogana e Scalo Est. Un anno d’oro per il nostro progetto di musica elettronica e culture indipendenti, tra i più longevi della Capitale. Le notti che abbiamo amato di più? La nostra grande festa di compleanno con Freddy K e tutta la nuova scena underground romana al completo (il 18 giugno) . E l’evento Amigdala dell’anno: in 3 mila per Ellen Alien all’Ex Dogana (il 16 aprile), fino all’ultima notte del 2016, con le leggende Max Durante e Paolo Zerla, di nuovo insieme (il 10 dicembre)».

amigdalaAmigdala è un progetto di musica elettronica e culture indipendenti. Nata nel mese di maggio 2006 si svolge ogni 2° e 4° sabato del mese presso l’Ex Dogana, a Roma. Ha ospitato alcuni tra i maggiori artisti e dj della scena elettronica mondiale come Ellen Allien, Miss Kittin, Peaches, Lory D, Freddy K, Arnaud Rebotini, Alex Gopher, Wolfgang Flür (Kraftwerk), Kobosil, Monoloc, Hector Oaks. facebook.com/amigdalaparty


 

Anarchy in The Club

«Spazio Disponibile: l’inizio di un bellissimo progetto. The Tree of Magick: a cavallo tra il 2015 e 2016, siamo riusciti a rendere la notte del 31 divertente e cool, con il live di D’Arcangelo tra gli hightlight. Last Track: al Goa tutto il collettivo Last Track più Onur Özer come ospite: 12 ore di party + after party, interminabile come piace a noi. Alessandro Cortini: vedere per la prima volta in 15 anni la gente seduta in religioso silenzio, ad ascoltare musica dentro il Goa, ci ha dato i brividi. End of the Summer. The Magick Bar Closing Party: Lucy, The Analogue Cops, Marcolino, Rawmance, Der, la famiglia Magick più dei graditissimi ospiti, bellissima atmosfera e tantissimi amici insieme per salutare l’estate».

14449925_1203518986372135_4049360647042937005_nIl lato scuro, sperimentale e “disordinato” del Goa, dove spesso trovano spazio live e nomi per palati fini. Le porte si aprono un pio di volte al mese, sempre di venerdì. facebook.com/AnarchyintheClub

 

 


 

Any Given Monday

«Il 2016 corrisponde alla nostra settima stagione. Come tradizione insegna si dice che il settimo anno sia quello della crisi. Per ovviare a ciò abbiamo deciso di non avere più una “moglie” fissa ma di avere più “fidanzate” adottando una formula itinerante che prevedeva il cambio di location ogni settimana. Dalle nostre ricerche questa formula di poligamia con diversi club risulta essere un unicum in Italia ed in Europa, per un party infrasettimanale a cadenza settimanale.».

anygiven“Any Given Monday è il party scorretto e insolito che ormai dal 2009 sconvolge l’inizio settimana dei romani. È una festa made at home, spiazzante per la sua diversità, dove l’imperativo non è apparire, ma divertirsi. È un evento dall’animo sensibile, il vestito vintage, l’aspetto kitsch e il cuore naif, con uno sguardo avanguardista e una straordinaria capacità di prendersi in giro e prendere in giro una città tanto seria come Roma”. facebook.com/anygivenmonday

 


 

Come Together

«Memoryman aka Uovo: dividere la console con Cristiano è sempre speciale, è un dj che sa sempre trasmettere emozioni. The Analogue Cops: Zucchero Sugar Fornaciari suonato alle 3.30 AM e sto. Garibaldi: Un b2b di 5 ore con Carola Pisaturo e mi chiedete perchè è tra le serate migliori del 2016!? Serendipity Showcase: Ai limiti del surreale per un sacco di motivi, sembrava di stare in curva al Renato Curi. Nick Anthony Simoncino: Ormai un ospite fisso, al Rashomon come a casa mia la domenica mattina. Musica da un’altra galassia».

11143645_1620222374922478_9153618869075929521_n (1)Per scappare da questo mondo avendo come unico obiettivo le stelle. Come fossimo una cosa sola. Come Together. /facebook.com/cometogethersound

 

 

 


 

L-Ektrica

l-ektrica-logoStay original, since 2002 in Rome. facebook.com/georgelektrica

 

 

 


 

LSWHR

14316823_1760054817606231_5135676692319443102_nIl mio viaggiare è stato tutto un restare qua, dove non fui mai. Altrove. facebook.com/lswhr.elsewhere

 

 

 

 


 

Manifesto

«Per essere stato il nostro primo anno di vita e avendo fatto tutto molto in fretta, siamo soddisfatti di come sia venuta la prima edizione del festival. Avere potuto ospitare personaggi come Baldelli e riuscire dare una giusta vetrina a tanti produttori e musicisti è stato molto emozionante. La ciliegina sulla torta è stata poter chiudere in bellezza la prima stagione con una gran serata assieme a Gold Panda.

manifestoManifesto è una rassegna e, soprattutto, un festival di musica elettronica nato all’interno Monk. In ogni sua edizione cercherà di approfondire e indagare un particolare filone di questo genere musicale sempre più variegato, andando sempre alla ricerca delle nuove espressioni musicali ed artistiche”. facebook.com/manifestofest

 


 

Minù

«Hunee: forse la migliore performance del 2016. 5 Years of Minù: il party per i nostri 5 anni, una bellissima festa con in consolle la regina del nostro sound, Margaret Dygas. Giovanni Verrina + Route 8: un super Giovanni Verrina in un dj set di 4 ore, qualità made Italy. Andrey Pushkarev: dj e vero professionista, ha tenuto la pista fino alle 06:30 facendo rimanere incollati tutti i clubber presenti. Mike Shannon: un bellissimo ricordo, un set di qualità e positività».

minuMinù non è un’eccezione, il suo mandato è chiaro: scoprire e ricercare forme d’arte in campo musicale e oltre, interpretarle e divulgarle, proponendole all’interno di un ambiente che stimoli la partecipazione del pubblico in modo tanto istruttivo e impegnato, quanto ludico e divertente. Tutti i sabati al Circolo degli Illuminati. facebook.com/minu.circolo.degli.illuminati

 


 

NoZoo

«Moodymann: È stata la serata delle serata! Energia a profusione; Moodyman, che per noi è più che un idolo, ha spaziato dall’house all’hip hop. ASSOLUTO. Soul Clap: non potevamo chiedere di meglio per la chiusura della stagione 2015/2016, averli ai piatti dall’inizio alla fine della serata è stato tutto quello di cui avevamo bisogno per salutarci nel migliore dei modi. ToFu (Thomas Melchior & Fumiya Tanaka): Forse Thomas e Fumiya rappresentano quello che più amiamo, 6 ore di ricerca musicale, dal primo all’ultimo disco, indimenticabile! Fuse8 Tour: siamo stati scelti per il loro tour europeo di Fuse che ha toccato 8 città ed è stato davvero un onore. Enzo Siragusa e la sua crew dietro ai piatti rappresentano sempre una sicurezza. Dewalta & Shannon: abbiamo deciso di aprire la stagione 2016/17 nel migliore dei modi, con macchine, sassofono e improvvisazione, tutto molto bello!

nozooNoZoo per noi rappresenta amicizia e condivisione. Siamo fieri di quello che abbiamo creato e magari un giorno vi racconteremo da dove siamo partiti. facebook.com/nozoogoaclub

 

 

 


 

Rashomon Club

«2016: un anno lunghissimo di festeggiamenti per i 10 anni del Rashomon Club!».

rashomonClub scuro, duro e puro nel rettangolo di Via Libetta, nato in un vecchio edificio industriale di Ostiense. da 10 anni spinge bassi di qualità ogni fine settimana e dal 2016 si avvale anche di una zona bar per gli amanti dei buoni cocktail e dei dj set infrasettimanali. facebook.com/RashomonClub

 

 


 

Rebel Rebel

«Legowelt: un genio, anzi, un maestro. Si è presentato regalandoci vinili e suoi promo mix. Dixon: forse uno dei set più potenti che ha mai fatto. le previsioni davano pioggia al 100% ed abbiamo deciso di fare l’evento gratis per tutti per far si che venisse una festa e cosi è stata. Âme (Kristian Beyer): verso le 3 ha iniziato a piovere ed è successo un qualcosa che sinceramente mai c’era capitato: la gente ha continuato a ballare e divertirsi sotto la pioggia finché abbiamo dovuto staccare la musica per il rischio che l’impianto andasse in corto. Mezzora dopo Kristian riattacca e incredibilmente la festa continuata fino alle prime luci dell’alba. Marcel Dettman: un treno».

rebel-rebelfacebook.com/rebelrebelrm

 

 

 

 


 

Resistance Is Techno

«La nostra stagione 2016 è stata caratterizzata da una proposta musicale che ha unito artisti tradizionali ai nuovi volti della scena, includendo la promozione di tour mondiali, anteprime nazionali e celebri label night».

resistanceResistance Is Techno è un organizzazione di eventi di musica (techno) nata nel 2011, che ha saputo anticipare a Roma quel vento che ha riportato in auge negli ambienti underground questo genere e si sta consolidando come uno dei maggiori punti di riferimento in Italia. facebook.com/resistance.istechno

 


 

Rock’n Yolk

«Floating Points: ospitare Sam è stato un sogno, dopo averlo rincorso in giro per festival, finalmente nella nostra consolle a coronare un 2016 davvero importante! Boo Williams: Un artista speciale per un party unico, il nostro commiato a quella che è stata per quattro anni la nostra casa con un pezzo di storia di Chicago. Chi c’era, sa. Gesaffelstein: Vedere duemila persone stipate come sardine per ore, al nostro esordio all’Ex Dogana. Stressante come poche altre volte, ma incredibile! Denis Sulta: c’abbiamo creduto per primi a Roma. Denis sarà una star, la classifica di Resident Advisor parla chiaro! Jeremy Underground: party e musica unici, Jeremy al Lanificio 159 ci ha portati a scuola per due ore piene, tra house, disco e funky».

rock'n yolkRock’n Yolk nasce nel maggio del 2011 con l’obiettivo di unire il suono all’estetica. L’elettronica, l’house e la techno si fondono in un prodotto avanguardista, frutto di una ricerca capillare dell’originalità del suono. Oltre alla musica, è la sinergia tra le anime che porta avanti questo sogno, un sogno che si trova racchiuso all’interno del proprio simbolo, un uovo, segno di vita ed energia. facebook.com/rocknyolk

 


 

Slapp

1969230_465773386897431_1056536262011347387_nOn Saturdays @ Lanificio159, Rome. Repare your cheeks. facebook.com/SLAPPRome

 

 

 

 


 

Strati

stratiImmersive noises. facebook.com/strati.rome

 

 

 

 


 

Touch The Wood

«Il nostro è stato un 2016 che ha fuso le sonorità black di ogni generazione, miscelando i suoni freschi delle nuove macchine e il basso degli Indeep, le mirror ball di NY e lo skate di Supreme. Il 2017 ti sta aspettando».

touch-the woodTouch The Wood è l’hype che ti sballa dal 2007. Creato da Marco g. & Mr.Kite. facebook.com/touchthewood2007

 

 

 

 


 

Ultrabeat

«Sicuramente il 2016 ha segnato il ritorno della scena house americana nel Mondo, senza però trascurare la techno, magari quella più elegante e raffinata. Ultrabeat, la serata del giovedì del Goa, da sempre attenta alla proposta per il proprio pubblico, ha scelto di non fare più i soliti nomi che ormai mirano solo al cachet».

ultrabeatIl giovedì del Goa, da quando il clubbing è il clubbing. Inossidabile. facebook.com/GoaUltrabeat